Sardinia In, periodico di cultura, informazione e turismo sulla Sardegna. Testata giornalistica in corso di registrazione. Direttore Responsabile Alessandra Conforti.
Ultime Notizie:
Strip Sinistra
Strip Destra
NEWS E CURIOSITÀ
Condividi nei social network   

Il seno delle sarde: Protagonista orgoglioso delle cronache di viaggio


pubblicato il 06/09/2013 17:07:56 nella sezione "News e curiosità"


Il seno delle sarde: Protagonista orgoglioso delle cronache di viaggio
Anticamente sembra che le donne sarde non si facessero pregare troppo quando si trattava di mostrare la rotondità del petto. Forse in quest’atteggiamento, come sostengono molti storici, non c’era malizia ma soltanto la necessità di rassodare quella parte del corpo che, dovendo provvedere all’allattamento, era ritenuta di fondamentale importanza nell’economia domestica, soprattutto se in casa vi erano bambini. Tutta colpa delle sue forme: generose, morbide, occhieggianti. La camicia di tela candida a stento riusciva a nasconderle. E poi c’era quel particolare modo di procedere, testa alta e schiena dritta, che sembrava assunto ad arte per evidenziarlo ancora di più.
Comunque stessero le cose, quest’abitudine di ostentare il seno non piaceva ai religiosi che decisero di mettere un freno a una forma di esibizione che, a loro modo di vedere, rappresentava una tentazione troppo esplicita. Perciò questi imposero alle popolane di coprire il seno. Nel 1805 Mameli a proposito delle campidanesi scrive: “Abbigliamento tanto vago e leggiadro, sebbene alquanto lascivetto all’occhio forestiere, prima almeno che fosse avvezzo alla più stomachevole nudità”. Nel 1814 Padre Napoli afferma invece: “La più indecente e scandalosa, che non dovrebbe tollerarsi in paesi cristiani e cattolici”. Anche se furono consigliate, come riporta il Padre Bresciani: “Di mutar la foggia degli imbusti, o chiudersi in vesti accollate”, le donne sarde d’allora avevano un’abilità particolare nell’ostentare le proprie virtù fisiche. Uno dei modi era di distribuire sapientemente sul corpo i gioielli che fanno parte del proprio corredo.
Enrico Costa scrive che si deve proprio a loro, ai missionari gesuiti, l’introduzione del parapetto: lo consigliarono alle donne del Campidano, sanluresi in testa, per coprire quelle forme da loro viste come occasione al peccato. E le fanciulle obbedirono all’invito giunto dal clero, così nelle vesti tradizionali fecero la loro comparsa fazzoletti, muccadòri ‘e piturra, pettine, parapetti, e quant’altro riusciva a occultare l’opulenza del seno. “Ma in nessun tempo – scrive ancora il Costa – trasparì nudità alcuna sul petto delle donne sarde. Non è questione di nudità ma di evidenza: di una profusione di grazie impossibile a celarsi, di cui non si potrebbe chieder conto che alla Provvidenza e a madre natura, non certo alle villanelle di Sardegna. Dove volete che caccino tutta quella roba, le poverette? In tasca non certo!”. Nello stesso periodo, il letterato francese Gastone Vuillier, riportava un commento lusinghiero nei confronti delle rotondità femminili: “É grazie al corsetto, fatto come dovrebbe essere, che il seno delle donne sarde deve lo sviluppo e le linee armoniche; e, grazie ad esso, non vi sono in Sardegna cattive nutrici”.
Così al suo indirizzo, nell’Ottocento, arrivarono oltre gli strali dei missionari gesuiti, una nota della commissione parlamentare d’inchiesta
inviata in Sardegna, il commento di noti letterati stranieri, e persino, ben più indietro nel tempo, alcuni versi del sommo poeta, Dante Alighieri. Tutti a condannarne l’opulenza, a esaltarne la bellezza sfrontata, a consigliare delle soluzioni che lo celassero agli occhi maschili. E invece no, a dispetto di tutto e di tutti, di puritani, bacchettoni, di maligni e invidiosi, lui è rimasto sempre lì, al centro del costume sardo, a fare bella mostra di sé, tra un orlo e un pizzo. Alto, imponente, superbo. Il seno delle donne sarde. Protagonista, più che comprimario, del vestiario tradizionale muliebre.
Cosa sarebbero sa camisa o su corittu privi delle sue rotondità sottostanti? Nulla, eppure, soprattutto in passato, c’è stato chi ha fatto di tutto per nasconderlo con il risultato, semmai, di evidenziarlo ancora di più.

di Livio Cau

Foto da: www.gentedisardegna.it
Tel: +393342246371
Website:sardegnatrekking.wordpress.com/2013/09/06/il-seno-delle-sarde-protagonista-orgoglioso-delle-cronache-di-viaggio/
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Leggi articoli simili
sardegna (olbia-tempio) berchidda
MASCHERE E VINODue culture antiche sincontrano
sardegna (oristano) santa giusta
SU FASSONI A SANTA GIUSTA
BANDIERE BLU 2014Quali i riconoscimenti per la Sardegna?
LA FAVOLOSA INVASIONE DEI SOGNI IN SARDEGNA
Monumenti aperti Sardegna 2013
LE SPIAGGE DELLA SARDEGNA A MISURA DI BAMBINO
Cera una volta il matrimonio in Sardegna
In vacanza nellIsola a prezzi scontati Patto albergatori-Meridiana e Tirrenia
MARE PULITO: PRIMO POSTO PER LA SARDEGNA.
Alluvione a Milano un concerto coi Tazenda De Sfroos e Dettori raccoglie 19mila euro
Offerte Sardinia In scopri la sardegna in vacanza
Cerca negli articoli

ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News e curiosità
IL TERRITORIO GALLURESEParticolarità del nord-est della Sardegna
UN ARBRESH MOLTO AMICO DEI SARDI
ETIMOLOGIA DEL NOME DELLASINARA
SARDEGNA E TIRRENIA La suggestione storico-linguistica allinterno della questione etrusca.
LA VICENDA DELLE CARTE DI ARBOREAUnappassionante caso dellottocento sardo.
Sport e natura
TREKKING NEL CUORE DELLA SARDEGNASei giorni immersi nella natura del Supramonte
YOGA AL TRAMONTO SULLA GRANDE GIARAUna giornata di cultura e rilassamento
ESTRAZIONE DELLE ESSENZE: ACQUA AROMATICA DI INULA
SCUOLA DI VELA SECONDO IL METODO VELAMARE
AUTUNNO ED INVERNO IN SARDEGNA
Luoghi religiosi e musei
IL SANTUARIO DI NOSTRA SIGNORA DI GONARE
Chiesa di SantElia
Il museo del bisso
Il museo del vino a Berchidda
La via dei Santuari
Enogastonomia
I LABORATORI KOENDILa cucina le ricette ed i racconti.
BIRRE ARTIGIANALI DELLA SARDEGNAPresentata la guida sabato 26 Novembre
LA GALLURA DAI VINI DOROIl 7 Giugno a San Quirico dOrcia
TASTE OF EXCELLENCE ACCENDE LA MARINA DI PORTO CERVOContinuano le degustazioni gratuite e le cene stellate nel cuore della Costa Smeralda
CULINGIONIS DE MENDULA
Circoli Fasi
QUARTA EDIZIONE DI VISIONI SARDEIl bando di concorso per corti e documentari sardi.
L’ARTE DI BONARIA MANCA DAI NURAGHE ALLA TERRA ETRUSCA Il 21 e il 22 Maggio a Tuscania.
LA CAMPAGNA DI CROWFUNDING PER SALVARE LISOLA DI BUDELLISu Nuraghe incontra Max Zegna
EL VAGN E PER ANNA VINCONO I PRIMI PREMI DEL CONCORSO VISIONI SARDE
SVELATI I FINALISTI DI VISIONI SARDESono nove e saranno distribuiti nel Continente a cura della FASI
Spiagge
CALA DOMESTICAUna delle cale più belle e selvagge della Sardegna.
SPIAGGIA DI MANGIABARCHE
IS PRANEDDAS
SPIAGGIA DI TUEREDDA
SPIAGGIA DI CALA BANANA
Eventi e feste
L’ARTE NERA. IMPRIMATUR ET REPRIMATURDal 7 ottobre al 19 novembre 2017 al Museo Naturalistico del Territorio G. Pusceddu
SAGRA DELLE MANDORLEA Baressa Sabato 9 / Domenica 10 Settembre 2017
PRIMAVERA NEL MARGHINE A BORTIGALIDue giornate ricche di tradizioni cultura delizie gastronomiche e... primati!
A TUSCANIA CON BONARIA MANCA
CAGLIARI SUONARassegna di musica da cameradal 27 al 30 dicembre 2015
Arte e artigianato
MIGRANTES PER LEUROPADopo il grande successo a Cagliari la mostra itinerante toccherà altri comuni della Sardegna
GIOIELLI DI PANE E OROLa creatività di Francesca Bellu
100 ANNI NEL SEGNO DI GALEPA Casale di Pari si ricorda la figura di Galep celebre fumettista di origini sarde.
LASSA SAS BRULLAS DI LORENZO VACCA Il 5 Agosto a Lodine
MAGIA E POESIA DEL VINOConcorso di pittura estemporanea
Mangiare
RISTORANTE LOUNGE BAR AND DELIUn mix di eccellenze targate Sardegna per l’Aqua Lounge
SA MANDRA AGRITURISMO
Ristorante trattoria Balcana
Seadas e ravioli sardi di patate formaggio e menta in Indonesia
Il ristorantino di Bosa VerdeFiume
Dormire
OLIVASTRI E LENTISCHI MILLENARIPer una vacanza in pieno relax sul lago di Liscia.
IL MIGLIOR RESORT MEDITERRANEO 2014Chia Laguna Hotel premiato al World Travel Awards
HOTEL RIVIERA
LA NOSTRA TERRASardigna
Settimana del Baratto 18-24 Novembre 2013. Ecco tutti i B&B aderenti in Sardegna
Archeologia
NURACHI o NURAXINIEDDUVarie tipologie nuragiche.
IDEE INNOVATIVE PER VIAGGI DI ISTRUZIONE E GITE SCOLASTICHELaboratori didattici per le scuole e per le famiglie
BENTORNATI A CASANurnet  e il gruppo Archeologia della Sardegna acquistano quattro bronzetti alla vergognosa asta di Londra.
A MONTE PRAMA UN ALTRO GIGANTEStraordinario: stavolta è intero
GIGANTI DI PRAMA TRA TOMBAROLI E NUOVE STATUE
Storie e leggende
PERCHE I SARDI BEVONO COSI TANTA BIRRA?
SU TIRAZZU
Sas dies imprestadas ed i giorni della merla
La breve emigrazione della mia famiglia. Stralci di ricordi
Rivivere la storia
Musica e poesia
TUTTO PRONTO PER IL PREMIO ANDREA PARODI 2015Un fitto programma dall8 al 10 Ottobre a Cagliari.
AL VIA IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso italiano di World Music
FABRIZIO DE ANDR CANZONI NASCOSTE STORIE SEGRETE.Il libro di Walter Pistarini
SCADE IL 31 LUGLIO IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso Italiano di World Music
TRACCE DI TE VIAGGIO NELLA MUSICA DI FRANCESCO RENGAIl legame del cantautore alla Sardegna nel ricordo della madre.
Luoghi da vedere
UN VIAGGIO A TINNURAConosciuto come il paese dellarte
LA MINIERA DI MONTE VECCHIO
PERCHE’ VISITARE PATTADA?
LISOLA DI MAL DI VENTRE
SARDEGNA IN CAMPEGGIOSegreti per un viaggio a 5 Stelle
Sub e nautica
IL CAPODOGLIO ALBINO NEL CANYON DI CAPRERA
IMMERSIONE NELLA GROTTA DI NEREO
LA NAVE DELLISOLA DEI CAVOLI
DUE FOTO DEL MARE SARDO VINCONO PREMIO INTERNAZIONALE
Il Relitto del Clan Ogilvie