SardiniaIn alla scoperta della Sardegna
Cagliari supera la preselezione: è tra le città candidate a capitale Europea della cultura 2019
pubblicato il 17/11/2013 18:54:06
Cagliari ha fatto il primo passo. E’ tra le 6 città italiane candidate a Capitale Europea della Cultura 2019. Insieme al capoluogo isolano ci sono Lecce, Matera, Perugia-Assisi, Ravenna e Siena. La grande e inattesa esclusa è il capoluogo della Sicilia, Palermo, data tra le favorite ma che non è stata invece scelta dalla giuria europea presieduta da Steve Green, come ha annunciato il ministero dei Beni culturali e del Turismo.

Le 6 città preselezionate dovranno ora compilare l’atto di candidatura entro l’estate prossima, dopo la giuria – presieduta come detto da Steve Green e composta da membri italiani e stranieri, scelti e concordati con la Commissione Europea - tornerà a riunirsi nell’ultimo trimestre del 2014, quando poi si sceglierà la prescelta per l’Italia.

Dopo Marsiglia (Francia) e Kosice (Slovacchia) quest’anno, le future Capitali Europee della Cultura saranno queste: Umea (Svezia) e Riga (Lettonia) nel 2014, Mons (Belgio) e Plzen (Repubblica ceca) nel 2015, Wroclaw (Polonia) e Donostia-San Sebastian (Spagna) nel 2016, Aarhus (Danimarca) e Paphos (Cipro) nel 2017 e La Valletta (Malta) nel 2018. Come Capitale europea della cultura per il 2018 e’ stata proposta anche Leeuwarden (Paesi Bassi).

“Già la sola nomination per Cagliari, Lecce, Matera, Perugia-Assisi, Ravenna e Siena, entrate nella ‘short-list’ delle candidate italiane a Capitale europea della Cultura 2019 – ha detto la Commissaria europea per l’istruzione e la cultura, Androulla Vassiliou - può arrecare importanti benefici a livello culturale, economico e sociale, a condizione che la loro offerta sia inserita in una strategia di sviluppo a lungo termine basata sulla cultura. Le Capitali della Cultura sono l’occasione per i cittadini europei per imparare a conoscersi meglio, condividendo patrimonio storico e valori, in altre parole, per provare un sentimento di appartenenza ad un’unica comunità di cittadini europei. Incoraggio tutte le città preselezionate a sfruttare al meglio tale opportunità”.

foto: effervesing elephant (flickr.com cc)
>