SardiniaIn alla scoperta della Sardegna
Su Contu de Sant'Efis e Baska in Concerto
pubblicato il 23/09/2013 16:25:50
Giovedì 26 Settembre 2013 ore 21:00
Su Contu de Sant'Efis di Gianluca Medas
Spettacolo di Narrazione con Musiche di Scena e Baska in Concerto

Gianluca Medas - voce narrante
Baska - musiche originali
Andrea Congia - chitarra classica; Massimo Loriga - sax tenore e soprano, clarinetto, flauto traverso, sulitu, trunfa e armonica a bocca; Arrogalla - live electronics

Efisio, il Santo Patrono più amato dai Sardi, protagonista di un viaggio nel tempo e nello spazio, nei sentieri dell’immaginario popolare e nella Storia della nostra Isola. Tra Parola e Musica, tra agiografia, storia e devozione popolare, il Narratore Gianluca Medas accompagnato dalle dense note del Trio Baska e del compositore Andrea Congia ripercorrerà gli eventi e le storie del giovane di Elia Capitolina durante la peste del 1652, durante il tentativo di invasione francese, e a seguito dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale

Il Santo
Nato in Asia Minore intorno alla metà del III Secolo, educato al Paganesimo, il giovane Efisio, pupillo di Dicleziano giunge in Sardegna per difendere gli interessi dell’Impero Romano. Sconvolto da un misterioso miracolo che gli preannuncia il suo futuro martirio per la Fede Cristiana, intravvede il male imposto fino ad allora a tanti innocenti. Si converte al Cristianesimo e, accusato di infedeltà, viene imprigionato e condotto al martirio sul patibolo di Nora il 15 Gennaio 303.

Il Culto
Tra Gocius, launeddas, trallalleras, un moto di devozione e fede percorre tutta la Sardegna in onore del Martire Efisio. Incrollabile paladino della Fede, dispensatore di certezze e speranze, Efisio invocato per liberare la Sardegna dalla peste, entra dalla leggenda nel cuore dei sardi, rappresentando da allora il Patrono dell’intera Isola. Ogni anno il Popolo Sardo rinnova la sua venerazione verso il Santo portandolo in processione per sciogliere il voto che lega indissolubilmente la Comunità a colui che accorse in suo aiuto.

Associazione Figli d’Arte Medas
Nata nel 1990 per iniziativa di Gianluca Medas, l’Associazione porta avanti un percorso poliedrico nel quale Cultura Popolare, Teatro di Narrazione e Musica costituiscono le cifre estetiche più importanti. Diversi progetti hanno preso forma, nel corso del tempo, e hanno portato la Compagnia ad essere riconosciuta dal Ministero della Cultura della Repubblica Italiana. Tra le attività più recenti tre Rassegne di rilevante importanza culturale: Il Festival della Storia, la Rassegna Famiglie d’Arte e Significante - Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica.

Associazione Orientare
L’Associazione Culturale Orientare gestisce e coordina, per conto di Enti Pubblici e Privati, attività e servizi museali e culturali. A Cagliari gestisce alcuni servizi della Galleria Comunale d’Arte (dal 2007), del Museo d’Arte Siamese Stefano Cardu e dell’Antico Palazzo di Città (dal 2012). Nella stagione estiva 2013, per conto del Comune di Cagliari, ha collaborato alla riapertura del Teatro Civico in Castello attraverso la progettazione e gestione di diverse attività: visite guidate nel quartiere di Castello, rassegne cinematografiche, aperitivi culturali e altri eventi culturali.

Gli Artisti
Gianluca Medas
Regista, narratore, scrittore, attore e autore, ha esplorato le molte possibilità della comunicazione portando avanti una ricerca che spazia dall’ambito teatrale fino a quello televisivo, senza trascurare il settore editoriale e quello cinematografico. Proveniente dall’unica Famiglia d’Arte Sarda, quella dei Medas, fin dal 1985 Gianluca Medas si adopera attivamente per tenere in vita la tradizione artistica di famiglia approfondendo un percorso dedicato al Teatro di Narrazione e impegnandosi anche nella realizzazione di nuovi progetti ispirati alla Cultura Popolare.

Baska
Baska è un progetto sperimentale localizzato nell'area metropolitana di Cagliari. Nasce dall'unione di tre musicisti provenienti da esperienze musicali radicalmente diverse: Andrea Congia, chitarrista cagliaritano, da anni impegnato nella coniugazione tra Parola e Musica; Massimo Loriga, polistrumentista proveniente dall'esperienza dei Kenze Neke e degli Uninvited, e che attualmente suona nei Nur e nei KNA; Arrogalla (LCL, Mime – cofondatore di Bentesoi), produttore electro dub di Quartu Sant'Elena. Il suono di Baska è una miscela di sonorità dub e lo-fi che si intrecciano con atmosfere psichedeliche, progressive e popolari sarde; affonda le sue radici in ambienti sonori ancestrali, medioevali e western, filtrati dagli anni '80 e tradotti in chiave contemporanea. Ha prodotto 3 ep: [BSK01] Inchiesta sulle risultanze di alcuni nastri registrati, [BSK02] Bellas mariposas,[BSK03] Chelu contenente il videoclip di Filippo Ciucciomei del singolo "Baska", masterizzato presso lo studio "Artefacts Mastering" specializzato in techno, dub e elettronica. Il progetto Baska cura anche la produzione e l'esecuzione di opere musico-teatrali in collaborazione con diversi attori: con Gianluca Medas (Figli d'Arte Medas) ha realizzato: Calore! Il Mondo Consumato, Sa Limba est s'Istòria de su Mundu (Frantziscu Masala), I Giganti di Monti 'e Prama, Il Viaggio di Juanne Maria Angioy e il Triennio Rivoluzionario Sardo, Il Muto di Gallura (Enrico Costa), Su Contu de Sant'Efis, Contus de Santus.


Teatro Civico in Castello - Via De Candia
Ingresso 10 euro
>