SardiniaIn alla scoperta della Sardegna
Il Presepe di pane di Olmedo
pubblicato il 20/12/2013 15:27:40
Il Presepe di pane è l’evento che chiude l’attività annuale della Pro Loco Olmedo, rappresenta un appuntamento importante nel contesto delle varie iniziative natalizie ed è unico nel suo genere nel mondo . Rimane aperto al pubblico dal 16 Dicembre all’Epifania, con turni di apertura mattutina e serale e sarà allestito nella splendida cornice offerta dalla antica chiesa di N.S. Talia. Nel 2013 l’allestimento del presepio è arrivato alla 24a Edizione E’un evento che affonda le sue origini nella tradizione cristiana e che nell’arco degli anni ha raggiunto una vasta notorietà a livello Regionale e Nazionale e vanta numerosi visitatori provenienti da diverse parti d’Italia, desiderosi di ammirare la Natività del Bambino Gesù creato interamente in pane ed allestito all’interno della antichissima chiesa romanica risalente al XII sec. d.C. La caratteristica principale è data del fatto che è costruito interamente in pane e pasta di pane, in tutti i suoi aspetti e le lavorazioni vengono eseguite dalle abili mani delle panificatrici olmedesi, che si impegnano nel preparare i personaggi decorandoli con la pasta di pane con la foggia del costume sardo e non solo. La scelta del luogo dell’allestimento ha lo scopo di rivalutare l’interesse per un monumento architettonico molto antico, che è rappresentato dalla piccola chiesa posizionata nel centro storico del paese. In occasione del simposio dei Presepi tenutosi a Spoleto , il Presepe di Pane ha ottenuto un premio e la menzione della giuria per l’originalità e la cura dei particolari.
Tutti i personaggi, forgiati dalle abili mani delle signore, prendono forma lentamente e rappresentano diversi momenti di Vita della nostra Comunità, dalle attività artigianali alle scolaresche, alle casalinghe intente nelle proprie attività, ai minatori della nostra miniera di Bauxite ed alla Processione della festa della nostra Patrona N.S. di Talia. Nel classico panorama del presepio, emerge nella fede popolare un dato culturale molto importante per noi, che è quello di utilizzare un elemento fondamentale per la vita di tutti i giorni, quale è il pane, per dar vita ad una espressione concreta di fede. D'altronde, caratteristica del presepio è che, ovunque nel mondo, è costruito con le materie prime che le diverse realtà territoriali producono. Pane e vita sono un binomio presente nell'esperienza quotidiana del nostro presepio. Tale binomio diventa anche una proposta, visto che Cristo è venuto nel mondo "perché tutti abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza", e Betlemme e vuol dire “casa del pane”. Cristo è il verbo incarnato che nel pane Eucaristico diventa la forza della sua comunità e di ogni credente.
>