Sardinia In, periodico di cultura, informazione e turismo sulla Sardegna. Testata giornalistica in corso di registrazione. Direttore Responsabile Alessandra Conforti.
Ultime Notizie:
Strip Sinistra
Strip Destra
MUSICA E POESIA
Condividi nei social network   

Concerti Aperitivo “(TO) BE IN JAZZ” ABNO


sardegna (sassari) sassari
pubblicato il 21/11/2013 20:14:53 nella sezione "Musica e poesia"


Concerti Aperitivo (TO) BE IN JAZZ ABNO
“(To) Be in Jazz” I Concerti Aperitivo XIII edizione
“Echoes of an Era” 1-8-15-22 Dicembre 2013 Ore 11.00

Sassari – Palazzo di Città (Teatro Civico)

L’Associazione Blue Note Orchestra, grazie al contributo dell’Assessorato alla Cultura
del Comune di Sassari, dell’Assessorato alla Cultura della Regione Sardegna, del
Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Fondazione Banco di Sardegna, organizza la tredicesima edizione della rassegna tematica “(To) Be in Jazz – I Concerti Aperitivo“. La rassegna, tematica, è nata nel 2001 ed ha ospitato musicisti quali Stefano Bollani, Maria Pia DeVito, David Linx, Paolo Fresu, Giorgio Gaslini, Maurizio
Giammarco, Javier Girotto, Rita Marcotulli, Antonello Salis.
Come sempre, grazie alla collaborazione del Museo del Vino-Enoteca Regionale della
Sardegna di Berchidda, sarà possibile per il pubblico apprezzare, alla fine di ciascun
concerto, l’armonia tra la musica di qualità, i vini ed i prodotti dell’agroalimentare sardo.
Il tema della tredicesima edizione di “(To) Be in Jazz” è “Echoes of an Era”.
I concerti che per quattro domeniche (dal 1° al 22 Dicembre al Palazzo di Città di Sassari, alle ore 11.00) vedranno impegnati sul palco musicisti che fanno parte dell’Orchestra Jazz della Sardegna o che con questa hanno collaborato, e rappresentano
altrettante tappe, narrate dalla voce recitante della giornalista Rachele Falchi, di un excursus che scandaglierà l’intera storia della musica jazz, dai primi vagiti fino alla svolta elettrica ed alle contaminazioni con altre musiche. Tra queste e quelli c’è un
universo di suono e di innovazioni importanti che hanno segnato la storia della musica tout-court per oltre un secolo. Dal Dixieland alla Swing Era, dal Bebop al Cool Jazz all’Hard Bop, dal Jazz Modale al Free, dal Jazz-Rock fino alla Fusion, tutti gli stili saranno affrontati nel corso di concerti che seguiranno un percorso storico ed evolutivo non solo musicale, ma anche culturale: dai campi di cotone alla consapevolezza di un
cambiamento possibile per il popolo nero che utilizza la musica come veicolo di emancipazione e consapevolezza della propria rilevanza culturale.
Le prime testimonianze di una musica che possa definirsi “jazz” risalgono al secondo decennio del ‘900, ma ne possiamo rintracciare le origini grosso modo alla fine del XIX secolo, ad opera di quegli uomini estirpati dalla Madre Africa per fornire forza lavoro
nella terra del Grande Sogno, i quali trovarono il modo più immediato per consolarsi almeno un po’ delle frustate e della privazione della propria libertà: cantare. Le work songs ed il blues sono tra le scintille da cui nacque il fuoco che avrebbe creato una musica chiamata Jazz..

1° Dicembre
In apertura di rassegna si parte ovviamente dalle origini: New Orleans è il luogo in cui
tutto ebbe inizio. L’influenza degli schiavi neri si fuse con quanto veniva suonato prima
del loro arrivo. Fu lì che neri e creoli intrecciarono le loro culture dando origine a qualcosa di nuovo. Quando i musicisti da New Orleans si spostarono per necessità verso il nord degli Stati Uniti esportarono la propria musica che nelle mani soprattutto di musicisti bianchi assunse connotazioni differenti, in direzione di quello che chiamiamo
Dixieland. Il percorso si aprirà proponendo brani di Scott Joplin, Louis Armstrong e Jelly Roll Morton, che testimoniano di questa evoluzione. Il concerto Proseguirà con l’esecuzione di classici dello Swing, stile più sontuoso nato nell’epoca del proibizionismo. Sarà ripercorsa l’epopea delle grandi orchestre di Glenn Miller, Benny Goodman, Duke Ellington e Count Basie. Accompagneranno il concerto l’esibizione della Compagnia Balletto del Mediterraneo, che eseguirà le coreografie di Alessandra
Mura e Rossella Serra.

8 Dicembre
Continua la narrazione dell’era jazz: i musicisti impegnati in questo secondo concerto della rassegna si confronteranno con tre stili fondamentali: Bebop, Cool Jazz e Hard Bop. Il Bebop rivoltò gli stili precedenti rivoluzionandone armonie, ritmi ed
atteggiamento nei confronti della vita: vivere velocemente, con un atteggiamento ribelle, è il nuovo stile che si esprime in una musica perennemente sostenuta ed aperta a
frequenti improvvisazioni ed ha in Charlie Parker, Miles Davis, Dizzy Gillespie e Thelonious Monk alcuni dei protagonisti di cui verranno eseguite composizioni divenute dei classici. Evoluzione diretta del Bebop è l’Hard Bop, che verso la metà degli anni ’50 prosegue la ricerca di armonizzazioni nuove ed offre agli improvvisatori un ruolo ancor più rilevante all’interno del tessuto musicale, creando uno stile nuovo e più fruibile, che pose sugli scudi i talenti di Clifford Brown, Horace Silver e John Coltrane, reintrodusse alcuni elementi blues che il Bebop aveva relegato in secondo piano ed integrò elementi di stili quali il rhythm ‘n blues. Contemporaneamente al florilegio del Bop, alcuni musicisti e compositori come Gil Evans e Miles Davis pensino ad un jazz rilassato e curato nei dettagli. Il Cool Jazz nasce verso la fine degli
anni quaranta aprendo al jazz la strada di uno stile riflessivo e ritmicamente meno denso
Verranno eseguiti brani di Davis, Lennie Tristano, Gerry Mulligan e Chet Baker.

15 Dicembre
Ulteriore reazione stilistica al Bop è rappresentata dal Jazz Modale, che fa ampio uso di
atmosfere estremamente sofisticate e di scale inconsuete per il jazz fino ad allora. Anche dietro questa ulteriore rivoluzione c’è il solito Miles Davis, il cui “Kind of Blue” viene unanimemente riconosciuto quale primo esempio di questo stile. Il repertorio modale di Davis, insieme a quello di John Coltrane, McCoy Tyner, Bill Evans e Herbie Hancock
costituirà l’ossatura della prima parte del concerto, che proseguirà omaggiando Ornette Coleman, deus ex-machina della rivoluzione Free Jazz, stile fortemente legato alle
istanze libertarie del popolo nero proclamate da Martin Luther King e Malcolm X.
Coleman trasformò queste istanze libertarie in un dolmen che troneggia tuttora come progetto artistico assolutamente innovativo, un manifesto di musica “free-form” che incarna il desiderio di libertà e mutamento sociale e fa proprio della libertà esecutiva il proprio vessillo musicale, a cui si convertirono numerosi altri musicisti come Max
Roach e lo sfortunato Albert Ayler.

22 Dicembre
Si conclude la rassegna con un concerto dedicato a due stili complementari: Jazz-Rock e Fusion. Miles Davis, sempre attentissimo ai mutamenti, alla fine degli anni ’60 si accorse che la vendita di dischi di jazz era in ribasso, e questa musica in termini di
mercato veniva surclassata dal rock, così concepì la sua ennesima e forse ultima rivoluzione: il Jazz-Rock, suonato con strumenti elettrici (anche la tromba viene
amplificata e spesso utilizzata con effetti che l’avvicinano ai suoni che produceva Hendrix in quegli stessi giorni), per un risultato che è un successo anche commerciale.
L’avventura di Davis ispira una serie di formazioni, tra cui i Weather Report di Joe Zawinul e Wayne Shorter, il cui repertorio verrà eseguito in quest’ultimo
appuntamento di questo percorso storico, che faranno della fusione di rock e jazz il punto focale del proprio stile. Col tempo, i colori accesi del Jazz-Rock sono sfumati in un approccio più evoluto alla musica, in uno stile chiamato Fusion, che è diretta derivazione del Jazz-Rock ma ne smussa diversi spigoli e riequilibra le atmosfere, inglobando anche elementi della più nobile musica pop. Concluderanno quindi il
concerto, e la narrazione, le composizioni di Steps Ahead, Michael Brecker, Mike Stern e Marcus Miller, musicisti di grande spessore e rappresentanti di uno stile che è stato pienamente metabolizzato anche dal pubblico meno avvezzo a confrontarsi con il
jazz.

L’Associazione Blue Note Orchestra offre ancora una volta una proposta culturale di qualità, contribuendo ad animare il centro della città nel periodo natalizio.





La prevendita dei biglietti (€ 8,00 per i singoli concerti) e degli abbonamenti (€ 20,00
per i quattro concerti) viene effettuata presso Ticketok, in via Tempio 65 a Sassari
Sassari (Sassari)
Tel:079230028 - 0792822015
Website:www.muvisardegna.it/concerti-aperitivo-to-be-in-jazz-abno/
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Leggi articoli simili
Strumenti della tradizione sarda: sa Ghitarra
sardegna (sassari) sassari
Concerti Aperitivo (TO) BE IN JAZZ ABNO
PAOLO FRESU QUINTET A SIENA AND STARS
sardegna (oristano)
 Mondo Ichnusa Edizione 2013
Intervista a Myriam Costeri di Gavoi giovanissima suonatrice dellorganetto diatonico: La musica è la medicina dellanima
Sergio Atzeni
Claudia Aru e la sua band presto in Lombardia!
Lamicizia di Joyce Lussu e Hikmet ne Il Turco in Italia
sardegna (sassari) sedini
Feste in Cantina 2013: a Sedini (Sassari) la quinta edizione della manifestazione enogastronomica
sardegna (cagliari) siliqua
ENRICA MELONI POETESSA CON LA SARDEGNA NEL CUORE
Offerte Sardinia In scopri la sardegna in vacanza
Cerca negli articoli

ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News e curiosità
IL TERRITORIO GALLURESEParticolarità del nord-est della Sardegna
UN ARBRESH MOLTO AMICO DEI SARDI
ETIMOLOGIA DEL NOME DELLASINARA
SARDEGNA E TIRRENIA La suggestione storico-linguistica allinterno della questione etrusca.
LA VICENDA DELLE CARTE DI ARBOREAUnappassionante caso dellottocento sardo.
Sport e natura
TREKKING NEL CUORE DELLA SARDEGNASei giorni immersi nella natura del Supramonte
YOGA AL TRAMONTO SULLA GRANDE GIARAUna giornata di cultura e rilassamento
ESTRAZIONE DELLE ESSENZE: ACQUA AROMATICA DI INULA
SCUOLA DI VELA SECONDO IL METODO VELAMARE
AUTUNNO ED INVERNO IN SARDEGNA
Luoghi religiosi e musei
IL SANTUARIO DI NOSTRA SIGNORA DI GONARE
Chiesa di SantElia
Il museo del bisso
Il museo del vino a Berchidda
La via dei Santuari
Enogastonomia
I LABORATORI KOENDILa cucina le ricette ed i racconti.
BIRRE ARTIGIANALI DELLA SARDEGNAPresentata la guida sabato 26 Novembre
LA GALLURA DAI VINI DOROIl 7 Giugno a San Quirico dOrcia
TASTE OF EXCELLENCE ACCENDE LA MARINA DI PORTO CERVOContinuano le degustazioni gratuite e le cene stellate nel cuore della Costa Smeralda
CULINGIONIS DE MENDULA
Circoli Fasi
QUARTA EDIZIONE DI VISIONI SARDEIl bando di concorso per corti e documentari sardi.
L’ARTE DI BONARIA MANCA DAI NURAGHE ALLA TERRA ETRUSCA Il 21 e il 22 Maggio a Tuscania.
LA CAMPAGNA DI CROWFUNDING PER SALVARE LISOLA DI BUDELLISu Nuraghe incontra Max Zegna
EL VAGN E PER ANNA VINCONO I PRIMI PREMI DEL CONCORSO VISIONI SARDE
SVELATI I FINALISTI DI VISIONI SARDESono nove e saranno distribuiti nel Continente a cura della FASI
Spiagge
CALA DOMESTICAUna delle cale più belle e selvagge della Sardegna.
SPIAGGIA DI MANGIABARCHE
IS PRANEDDAS
SPIAGGIA DI TUEREDDA
SPIAGGIA DI CALA BANANA
Eventi e feste
L’ARTE NERA. IMPRIMATUR ET REPRIMATURDal 7 ottobre al 19 novembre 2017 al Museo Naturalistico del Territorio G. Pusceddu
SAGRA DELLE MANDORLEA Baressa Sabato 9 / Domenica 10 Settembre 2017
PRIMAVERA NEL MARGHINE A BORTIGALIDue giornate ricche di tradizioni cultura delizie gastronomiche e... primati!
A TUSCANIA CON BONARIA MANCA
CAGLIARI SUONARassegna di musica da cameradal 27 al 30 dicembre 2015
Arte e artigianato
MIGRANTES PER LEUROPADopo il grande successo a Cagliari la mostra itinerante toccherà altri comuni della Sardegna
GIOIELLI DI PANE E OROLa creatività di Francesca Bellu
100 ANNI NEL SEGNO DI GALEPA Casale di Pari si ricorda la figura di Galep celebre fumettista di origini sarde.
LASSA SAS BRULLAS DI LORENZO VACCA Il 5 Agosto a Lodine
MAGIA E POESIA DEL VINOConcorso di pittura estemporanea
Mangiare
RISTORANTE LOUNGE BAR AND DELIUn mix di eccellenze targate Sardegna per l’Aqua Lounge
SA MANDRA AGRITURISMO
Ristorante trattoria Balcana
Seadas e ravioli sardi di patate formaggio e menta in Indonesia
Il ristorantino di Bosa VerdeFiume
Dormire
OLIVASTRI E LENTISCHI MILLENARIPer una vacanza in pieno relax sul lago di Liscia.
IL MIGLIOR RESORT MEDITERRANEO 2014Chia Laguna Hotel premiato al World Travel Awards
HOTEL RIVIERA
LA NOSTRA TERRASardigna
Settimana del Baratto 18-24 Novembre 2013. Ecco tutti i B&B aderenti in Sardegna
Archeologia
NURACHI o NURAXINIEDDUVarie tipologie nuragiche.
IDEE INNOVATIVE PER VIAGGI DI ISTRUZIONE E GITE SCOLASTICHELaboratori didattici per le scuole e per le famiglie
BENTORNATI A CASANurnet  e il gruppo Archeologia della Sardegna acquistano quattro bronzetti alla vergognosa asta di Londra.
A MONTE PRAMA UN ALTRO GIGANTEStraordinario: stavolta è intero
GIGANTI DI PRAMA TRA TOMBAROLI E NUOVE STATUE
Storie e leggende
PERCHE I SARDI BEVONO COSI TANTA BIRRA?
SU TIRAZZU
Sas dies imprestadas ed i giorni della merla
La breve emigrazione della mia famiglia. Stralci di ricordi
Rivivere la storia
Musica e poesia
TUTTO PRONTO PER IL PREMIO ANDREA PARODI 2015Un fitto programma dall8 al 10 Ottobre a Cagliari.
AL VIA IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso italiano di World Music
FABRIZIO DE ANDR CANZONI NASCOSTE STORIE SEGRETE.Il libro di Walter Pistarini
SCADE IL 31 LUGLIO IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso Italiano di World Music
TRACCE DI TE VIAGGIO NELLA MUSICA DI FRANCESCO RENGAIl legame del cantautore alla Sardegna nel ricordo della madre.
Luoghi da vedere
UN VIAGGIO A TINNURAConosciuto come il paese dellarte
LA MINIERA DI MONTE VECCHIO
PERCHE’ VISITARE PATTADA?
LISOLA DI MAL DI VENTRE
SARDEGNA IN CAMPEGGIOSegreti per un viaggio a 5 Stelle
Sub e nautica
IL CAPODOGLIO ALBINO NEL CANYON DI CAPRERA
IMMERSIONE NELLA GROTTA DI NEREO
LA NAVE DELLISOLA DEI CAVOLI
DUE FOTO DEL MARE SARDO VINCONO PREMIO INTERNAZIONALE
Il Relitto del Clan Ogilvie