Sardinia In, periodico di cultura, informazione e turismo sulla Sardegna. Testata giornalistica in corso di registrazione. Direttore Responsabile Alessandra Conforti.
Ultime Notizie:
Strip Sinistra
Strip Destra
STORIE E LEGGENDE
Condividi nei social network   

Continua il viaggio a Galtellì


sardegna (nuoro) galtellì
pubblicato il 23/04/2013 09:53:18 nella sezione "Storie e leggende"


Continua il viaggio a Galtellì
Le origini preistoriche del paese sono testimoniate dalla presenza, nel suo territorio, di nuraghi, domus de Janas e tombe di giganti. Risultano anche vestigia che attestano la dominazione dei punici e quella dei romani. Di particolarmente rilevante, la periferia dell’abitato di Galtellì ha restituito una tomba romana di età imperiale risalente al II sec. d.C. dotata di corredo funerario composto da una piccola brocca, piatti e un bicchiere in vetro bianco opaco iridescente del defunto, mentre dall’area esterna della chiesa di S. Pietro proviene un gruppo di bottoni d’argento e di lamine decorate in bronzo appartenenti agli inumati rinvenuti in tombe ‘a cassone’. I reperti citati sono conservati presso il Museo Archeologico Nazionale di Nuoro.
Particolarmente sentite sono, a Galtellì come nella vicina Orosei, le celebrazioni connesse ai riti della settimana Santa che si tengono secondo usanze che nel corso dei secoli sono state tramandate dalle confraternite. Queste ultime hanno sempre costituito, in tutto il territorio regionale, un elemento fondamentale di conservazione e di tradizione dell’espressione religiosa popolare, in particolare quella connessa ai canti, alle musiche, alle laudi, al modo di abbigliarsi adottato dai confratelli durante le celebrazioni.
Come è noto, l’origine dei riti che si tengono durante la ettimana Santa viene fatta risalire nel tempo alla presenza nell’isola degli aragonesi. Tuttavia, nei vari paesi della Sardegna le celebrazioni si arricchiscono di vari elementi autoctoni che ne determinano originalità, intima soggettività e una connotazione locale che impreziosisce le tradizioni primitive caratterizzando le modalità, anche quelle estetiche, attraverso cui oggi la fede delle varie popolazioni si manifesta.
A Galtellì, per esempio, viene rievocata l’ultima cena (sa chena): sulle tavole, per l’occasione, brodo di anguilla, frittura di mare e sos coccorrois, dolce pasquale tipico del luogo. Che a Galtellì rivestano una pregnanza particolarmente intensa le tradizioni religiose è cosa assai nota. A motivo di ciò, l’antico borgo baroniese è stato recentemente inserito dalla regione sarda all’interno di un progetto che nelle intenzioni punta allo sviluppo di itinerari dello spirito con il fine ultimo di incrementare una tipologia di intervento turistico che viene definito ‘religioso’.
Il cosiddetto turismo religioso potrebbe costituire la chiave di volta che concorrerebbe a far conoscere Galtellì e tutta la Sardegna come terra in cui la credenza religiosa si presenta dotata di particolare forza, e in cui è possibile vivere il proprio bisogno di spiritualità godendo contemporaneamente delle attrattive offerte dal ricco contesto culturale, storico e ambientale in cui si trovano immerse le località come quella di cui qui si parla.
E proprio l’ambiente costituisce uno degli elementi di sviluppo su cui Galtellì può fare leva, dal momento che per la maggior parte sul suo territorio comunale ricade la mole calcarea del monte Tuttavista, ‘eccellenza’ orografica che si innalza a ridosso dei villaggi di Galtellì e di Orosei fino a quota 805 metri. Il monte Tuttavista, oltre che per l’amenità dei boschi e dei percorsi e delle viste panoramiche di cui da lassù è possibile godere, rileva sotto i diversi profili naturalistici (per la presenza di rarità faunistiche e di endemismi vegetali) e geo-speleologici.
In relazione a questi ultimi non è possibile trascurare la numerosità delle grotte, dei pozzi e delle cavità di varia tipologia che hanno attirato l’attenzione di molti studiosi delle discipline della terra. Il monte Tuttavista costituisce anche luogo di provenienza di interessanti reperti paleontologici che si trovano esposti presso il Museo Archeologico Nazionale di Nuoro.
Anche solo per le intense suggestioni che è in grado di suscitare, per la magia delle atmosfere che questi luoghi sono capaci di creare, per la forte “capacità di raccontare” che appare insita nei numerosi monumenti naturalistici e storici di cui il paese è dotato, Galtellì assumerebbe la forma di “luogo letterario ideale”. Il fascino e la fama di questi luoghi sono anche effettivamente legati all’opera di un premio Nobel per la letteratura, la nuorese Grazia Deledda, che qui ha ambientato uno dei suoi libri maggiormente noti e apprezzati, Canne al Vento.
È proprio la lettura delle pagine deleddiane che riesce a rendere ancora più solida in noi l’intima convinzione di quanto connaturate e congeniali siano a questi luoghi le intense fascinazioni suggerite e/o esercitate dalle escursioni letterarie baroniesi della scrittrice.
È poi bisogna andare in giro per il paese a vedere di persona, godere in modo diretto della vista dei molti monumenti che trovano perfetta collocazione nelle narrazioni della scrittrice che costituiscono la testimonianza tangibile di una storia secolare: i ruderi del Castello medievale di Pontes costruito intorno al 1070, la basilica pisana di S.Pietro risalente al secolo XI, la casa delle dame Pintòr, che agli inizi del secolo accolse la stessa Deledda nei periodi di villeggiatura da lei trascorsi nel paese, la settecentesca casa Marras, trasformata in un interessante museo etnografico, le diverse altre antiche chiese e il castello del nobiluomo di origini lombarde Guzzetti, finito di costruire nel 1913, stilisticamente vicino ai castelli medioevali, che si avvia a diventare una struttura ricettiva di alta qualità, ed altro ancora.
Sulla scia dei preesistenti parchi letterari dedicati a Ippolito Nievo, situato tra il Veneto e il Friuli, a Cesare Pavese (S.Stefano Belbo), a Giacomo Leopardi (Recanati) e vari altri, da anni, ormai, Galtellì ha scelto di far parte del parco letterario deleddiano. È una scelta sotto tutti gli aspetti vincente e del tutto consona, quella posta in atto dalla comunità baroniese di valorizzare ogni testimonianza di un passato di decadenza ma anche, indiscutibilmente, di gloria.
di Giovanni Graziano Manca

Foto da: www.sardegnadigitallibrary.it
Galtellì (Nuoro)
Website:www.agoravox.it/Viaggio-a-Galtelli-il-paese-che-sa,47062.html
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Leggi articoli simili
Argia tra mito e realtà
sardegna (cagliari) cagliari
Templari a Cagliari
sardegna (nuoro) galtellì
Continua il viaggio a Galtellì
sardegna (cagliari) isili
Friorosa e la fonte miracolosa di Isili
sardegna (cagliari)
La leggenda della Madonna di Bonaria a Cagliari.
sardegna (medio campidiano) arbus
La casa del Poeta
Sa die de sa Sardigna la festa del popolo sardo
Dir narrando In ricordo di Benito Musio
Accabadores
SU TIRAZZU
Offerte Sardinia In scopri la sardegna in vacanza
Cerca negli articoli

ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News e curiosità
IL TERRITORIO GALLURESEParticolarità del nord-est della Sardegna
UN ARBRESH MOLTO AMICO DEI SARDI
ETIMOLOGIA DEL NOME DELLASINARA
SARDEGNA E TIRRENIA La suggestione storico-linguistica allinterno della questione etrusca.
LA VICENDA DELLE CARTE DI ARBOREAUnappassionante caso dellottocento sardo.
Sport e natura
TREKKING NEL CUORE DELLA SARDEGNASei giorni immersi nella natura del Supramonte
YOGA AL TRAMONTO SULLA GRANDE GIARAUna giornata di cultura e rilassamento
ESTRAZIONE DELLE ESSENZE: ACQUA AROMATICA DI INULA
SCUOLA DI VELA SECONDO IL METODO VELAMARE
AUTUNNO ED INVERNO IN SARDEGNA
Luoghi religiosi e musei
IL SANTUARIO DI NOSTRA SIGNORA DI GONARE
Chiesa di SantElia
Il museo del bisso
Il museo del vino a Berchidda
La via dei Santuari
Enogastonomia
I LABORATORI KOENDILa cucina le ricette ed i racconti.
BIRRE ARTIGIANALI DELLA SARDEGNAPresentata la guida sabato 26 Novembre
LA GALLURA DAI VINI DOROIl 7 Giugno a San Quirico dOrcia
TASTE OF EXCELLENCE ACCENDE LA MARINA DI PORTO CERVOContinuano le degustazioni gratuite e le cene stellate nel cuore della Costa Smeralda
CULINGIONIS DE MENDULA
Circoli Fasi
QUARTA EDIZIONE DI VISIONI SARDEIl bando di concorso per corti e documentari sardi.
L’ARTE DI BONARIA MANCA DAI NURAGHE ALLA TERRA ETRUSCA Il 21 e il 22 Maggio a Tuscania.
LA CAMPAGNA DI CROWFUNDING PER SALVARE LISOLA DI BUDELLISu Nuraghe incontra Max Zegna
EL VAGN E PER ANNA VINCONO I PRIMI PREMI DEL CONCORSO VISIONI SARDE
SVELATI I FINALISTI DI VISIONI SARDESono nove e saranno distribuiti nel Continente a cura della FASI
Spiagge
CALA DOMESTICAUna delle cale più belle e selvagge della Sardegna.
SPIAGGIA DI MANGIABARCHE
IS PRANEDDAS
SPIAGGIA DI TUEREDDA
SPIAGGIA DI CALA BANANA
Eventi e feste
L’ARTE NERA. IMPRIMATUR ET REPRIMATURDal 7 ottobre al 19 novembre 2017 al Museo Naturalistico del Territorio G. Pusceddu
SAGRA DELLE MANDORLEA Baressa Sabato 9 / Domenica 10 Settembre 2017
PRIMAVERA NEL MARGHINE A BORTIGALIDue giornate ricche di tradizioni cultura delizie gastronomiche e... primati!
A TUSCANIA CON BONARIA MANCA
CAGLIARI SUONARassegna di musica da cameradal 27 al 30 dicembre 2015
Arte e artigianato
MIGRANTES PER LEUROPADopo il grande successo a Cagliari la mostra itinerante toccherà altri comuni della Sardegna
GIOIELLI DI PANE E OROLa creatività di Francesca Bellu
100 ANNI NEL SEGNO DI GALEPA Casale di Pari si ricorda la figura di Galep celebre fumettista di origini sarde.
LASSA SAS BRULLAS DI LORENZO VACCA Il 5 Agosto a Lodine
MAGIA E POESIA DEL VINOConcorso di pittura estemporanea
Mangiare
RISTORANTE LOUNGE BAR AND DELIUn mix di eccellenze targate Sardegna per l’Aqua Lounge
SA MANDRA AGRITURISMO
Ristorante trattoria Balcana
Seadas e ravioli sardi di patate formaggio e menta in Indonesia
Il ristorantino di Bosa VerdeFiume
Dormire
OLIVASTRI E LENTISCHI MILLENARIPer una vacanza in pieno relax sul lago di Liscia.
IL MIGLIOR RESORT MEDITERRANEO 2014Chia Laguna Hotel premiato al World Travel Awards
HOTEL RIVIERA
LA NOSTRA TERRASardigna
Settimana del Baratto 18-24 Novembre 2013. Ecco tutti i B&B aderenti in Sardegna
Archeologia
NURACHI o NURAXINIEDDUVarie tipologie nuragiche.
IDEE INNOVATIVE PER VIAGGI DI ISTRUZIONE E GITE SCOLASTICHELaboratori didattici per le scuole e per le famiglie
BENTORNATI A CASANurnet  e il gruppo Archeologia della Sardegna acquistano quattro bronzetti alla vergognosa asta di Londra.
A MONTE PRAMA UN ALTRO GIGANTEStraordinario: stavolta è intero
GIGANTI DI PRAMA TRA TOMBAROLI E NUOVE STATUE
Storie e leggende
PERCHE I SARDI BEVONO COSI TANTA BIRRA?
SU TIRAZZU
Sas dies imprestadas ed i giorni della merla
La breve emigrazione della mia famiglia. Stralci di ricordi
Rivivere la storia
Musica e poesia
TUTTO PRONTO PER IL PREMIO ANDREA PARODI 2015Un fitto programma dall8 al 10 Ottobre a Cagliari.
AL VIA IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso italiano di World Music
FABRIZIO DE ANDR CANZONI NASCOSTE STORIE SEGRETE.Il libro di Walter Pistarini
SCADE IL 31 LUGLIO IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso Italiano di World Music
TRACCE DI TE VIAGGIO NELLA MUSICA DI FRANCESCO RENGAIl legame del cantautore alla Sardegna nel ricordo della madre.
Luoghi da vedere
UN VIAGGIO A TINNURAConosciuto come il paese dellarte
LA MINIERA DI MONTE VECCHIO
PERCHE’ VISITARE PATTADA?
LISOLA DI MAL DI VENTRE
SARDEGNA IN CAMPEGGIOSegreti per un viaggio a 5 Stelle
Sub e nautica
IL CAPODOGLIO ALBINO NEL CANYON DI CAPRERA
IMMERSIONE NELLA GROTTA DI NEREO
LA NAVE DELLISOLA DEI CAVOLI
DUE FOTO DEL MARE SARDO VINCONO PREMIO INTERNAZIONALE
Il Relitto del Clan Ogilvie