Sardinia In, periodico di cultura, informazione e turismo sulla Sardegna. Testata giornalistica in corso di registrazione. Direttore Responsabile Alessandra Conforti.
Ultime Notizie:
Strip Sinistra
Strip Destra
STORIE E LEGGENDE
Condividi nei social network   

Argia tra mito e realtà


pubblicato il 27/05/2013 23:00:00 nella sezione "Storie e leggende"


Argia tra mito e realtà
Nella cultura sarda fino a non molti anni fa le parole malattia e medicina avevano un significato diverso da quello attuale. Per curare le malattie ogni rimedio era ritenuto valido: sia il ricorso alla medicina tradizionale che la preghiera e lo scongiuro. Nel caso della puntura dell’argia Latrodectus tredecimguttatus, o volgarmente chiamata malmignatta il medico poco poteva fare; spesso non veniva neppure chiamato se qualche malcapitato veniva punto dall’ “ aglia cuiuata” (l’argia coniugata), che si diceva fosse la più pericolosa. Nell’isola la vita agro-pastorale era molto faticosa. A volte il contadino per la fatica decideva di stendersi all’ombra di un albero, per riposare, e proprio allora l’argia era pronta a colpire. Non c’era un orario preferito dall’argia: la notte, l’alba, il mezzogiorno, non importava. Di sicuro si sapeva che pungeva soltanto d’estate, in campagna, durante i lavori pastorale di mietitura, di spigolatura o di raccolta. I contadini imparavano sin da piccoli a stare attenti alle punture dell’argia. Prima di andare a letto, la sera, pronunciavano una serie di scongiuri contro questo pericoloso nemico. Se ci si accorgeva di essere stati punti, disinfettavano subito la parte colpita urinandoci sopra e sperando “ chi non fussia stata l’aglia cuiuata”. Ma la vera cura era un’altra. Dopo la puntura dell’argia la vittima non era più la stessa persona: subiva una vera possessione da parte dell’animale. La sua puntura si riteneva potesse essere mortale se non curata “ nei tempi e nei modi imposti dalla tradizione” il rituale contro la puntura dell’argia, perché proprio di rituale si trattava, aveva inizio con la preparazione di un grande fuoco all’aperto, acceso con tronchetti di vite poste in croce si faceva sedere il malato accanto alla fiamma, mentre sette donne vedove, sette signorine, e sette sposate iniziavano un ballo tondo. Gli altri, vicino a lui, accompagnavano la cerimonia con un canto esorcistico, tenendo in mano tralci di vite accesi. In altre parti della Sardegna lo sfortunato veniva avvolto in un sacco e seppellito fino al collo nel letame, oppure immerso in una tinozza piena di acqua calda. In Gallura la gente del paese o degli stazzi vicini si impegnava in suoni e danze facendo indossare al malato abiti femminili dai diversi colori, per poter capire se l’argia fosse nubile, sposa o vedova. Infatti il colore nero indicava la vedova il bianco la nubile, il maculato la sposa, cioè nero con sopra tredici punti rossi: si diceva che questa fosse la più pericolosa. C’erano delle persone anziane che conoscevano il modo per far parlare il malato per ottenere altre informazioni, per stabilire la natura del ragno che si era impossessata del suo corpo, dopo che la puntura l’aveva fatto cadere in una profonda depressione, per via del veleno che colpiva il sistema nervoso. Solo dopo essere stata individuata e accontentata, con balli e suoni, l’argia si allontanava dal corpo dell’argiato permettendoli di ritrovare la propria identità. Era credenza che questo essere ritenuto persino sopranaturale, pungesse perché amava danzare, cantare e travestirsi. In Sardegna, dove gioia e dolore, canti allegri e malinconici si confondono da sempre, L’argia era un po’ la giustificazione di questa disarmante alternanza di stati d’animo.

Foto di: Piernando Fioredda
Website:www.lelicriso.net/argia.asp
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Leggi articoli simili
CRAS SISPERDET SU MUNNU    (. e i bambini si vendicano...)
Le Origini del Mito
Sardegna nel sangue e nel vento
sardegna (cagliari) isili
Friorosa e la fonte miracolosa di Isili
sardegna (cagliari) cagliari
Templari a Cagliari
S’ogu pigau (il malocchio)
Argia tra mito e realtà
Dir narrando In ricordo di Benito Musio
PERCHE I SARDI BEVONO COSI TANTA BIRRA?
toscana (siena)
Incontro di due civiltà: sardi sulle colline toscane
Offerte Sardinia In scopri la sardegna in vacanza
Cerca negli articoli

ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News e curiosità
IL TERRITORIO GALLURESEParticolarità del nord-est della Sardegna
UN ARBRESH MOLTO AMICO DEI SARDI
ETIMOLOGIA DEL NOME DELLASINARA
SARDEGNA E TIRRENIA La suggestione storico-linguistica allinterno della questione etrusca.
LA VICENDA DELLE CARTE DI ARBOREAUnappassionante caso dellottocento sardo.
Sport e natura
TREKKING NEL CUORE DELLA SARDEGNASei giorni immersi nella natura del Supramonte
YOGA AL TRAMONTO SULLA GRANDE GIARAUna giornata di cultura e rilassamento
ESTRAZIONE DELLE ESSENZE: ACQUA AROMATICA DI INULA
SCUOLA DI VELA SECONDO IL METODO VELAMARE
AUTUNNO ED INVERNO IN SARDEGNA
Luoghi religiosi e musei
IL SANTUARIO DI NOSTRA SIGNORA DI GONARE
Chiesa di SantElia
Il museo del bisso
Il museo del vino a Berchidda
La via dei Santuari
Enogastonomia
I LABORATORI KOENDILa cucina le ricette ed i racconti.
BIRRE ARTIGIANALI DELLA SARDEGNAPresentata la guida sabato 26 Novembre
LA GALLURA DAI VINI DOROIl 7 Giugno a San Quirico dOrcia
TASTE OF EXCELLENCE ACCENDE LA MARINA DI PORTO CERVOContinuano le degustazioni gratuite e le cene stellate nel cuore della Costa Smeralda
CULINGIONIS DE MENDULA
Circoli Fasi
QUARTA EDIZIONE DI VISIONI SARDEIl bando di concorso per corti e documentari sardi.
L’ARTE DI BONARIA MANCA DAI NURAGHE ALLA TERRA ETRUSCA Il 21 e il 22 Maggio a Tuscania.
LA CAMPAGNA DI CROWFUNDING PER SALVARE LISOLA DI BUDELLISu Nuraghe incontra Max Zegna
EL VAGN E PER ANNA VINCONO I PRIMI PREMI DEL CONCORSO VISIONI SARDE
SVELATI I FINALISTI DI VISIONI SARDESono nove e saranno distribuiti nel Continente a cura della FASI
Spiagge
CALA DOMESTICAUna delle cale più belle e selvagge della Sardegna.
SPIAGGIA DI MANGIABARCHE
IS PRANEDDAS
SPIAGGIA DI TUEREDDA
SPIAGGIA DI CALA BANANA
Eventi e feste
L’ARTE NERA. IMPRIMATUR ET REPRIMATURDal 7 ottobre al 19 novembre 2017 al Museo Naturalistico del Territorio G. Pusceddu
SAGRA DELLE MANDORLEA Baressa Sabato 9 / Domenica 10 Settembre 2017
PRIMAVERA NEL MARGHINE A BORTIGALIDue giornate ricche di tradizioni cultura delizie gastronomiche e... primati!
A TUSCANIA CON BONARIA MANCA
CAGLIARI SUONARassegna di musica da cameradal 27 al 30 dicembre 2015
Arte e artigianato
MIGRANTES PER LEUROPADopo il grande successo a Cagliari la mostra itinerante toccherà altri comuni della Sardegna
GIOIELLI DI PANE E OROLa creatività di Francesca Bellu
100 ANNI NEL SEGNO DI GALEPA Casale di Pari si ricorda la figura di Galep celebre fumettista di origini sarde.
LASSA SAS BRULLAS DI LORENZO VACCA Il 5 Agosto a Lodine
MAGIA E POESIA DEL VINOConcorso di pittura estemporanea
Mangiare
RISTORANTE LOUNGE BAR AND DELIUn mix di eccellenze targate Sardegna per l’Aqua Lounge
SA MANDRA AGRITURISMO
Ristorante trattoria Balcana
Seadas e ravioli sardi di patate formaggio e menta in Indonesia
Il ristorantino di Bosa VerdeFiume
Dormire
OLIVASTRI E LENTISCHI MILLENARIPer una vacanza in pieno relax sul lago di Liscia.
IL MIGLIOR RESORT MEDITERRANEO 2014Chia Laguna Hotel premiato al World Travel Awards
HOTEL RIVIERA
LA NOSTRA TERRASardigna
Settimana del Baratto 18-24 Novembre 2013. Ecco tutti i B&B aderenti in Sardegna
Archeologia
NURACHI o NURAXINIEDDUVarie tipologie nuragiche.
IDEE INNOVATIVE PER VIAGGI DI ISTRUZIONE E GITE SCOLASTICHELaboratori didattici per le scuole e per le famiglie
BENTORNATI A CASANurnet  e il gruppo Archeologia della Sardegna acquistano quattro bronzetti alla vergognosa asta di Londra.
A MONTE PRAMA UN ALTRO GIGANTEStraordinario: stavolta è intero
GIGANTI DI PRAMA TRA TOMBAROLI E NUOVE STATUE
Storie e leggende
PERCHE I SARDI BEVONO COSI TANTA BIRRA?
SU TIRAZZU
Sas dies imprestadas ed i giorni della merla
La breve emigrazione della mia famiglia. Stralci di ricordi
Rivivere la storia
Musica e poesia
TUTTO PRONTO PER IL PREMIO ANDREA PARODI 2015Un fitto programma dall8 al 10 Ottobre a Cagliari.
AL VIA IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso italiano di World Music
FABRIZIO DE ANDR CANZONI NASCOSTE STORIE SEGRETE.Il libro di Walter Pistarini
SCADE IL 31 LUGLIO IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso Italiano di World Music
TRACCE DI TE VIAGGIO NELLA MUSICA DI FRANCESCO RENGAIl legame del cantautore alla Sardegna nel ricordo della madre.
Luoghi da vedere
UN VIAGGIO A TINNURAConosciuto come il paese dellarte
LA MINIERA DI MONTE VECCHIO
PERCHE’ VISITARE PATTADA?
LISOLA DI MAL DI VENTRE
SARDEGNA IN CAMPEGGIOSegreti per un viaggio a 5 Stelle
Sub e nautica
IL CAPODOGLIO ALBINO NEL CANYON DI CAPRERA
IMMERSIONE NELLA GROTTA DI NEREO
LA NAVE DELLISOLA DEI CAVOLI
DUE FOTO DEL MARE SARDO VINCONO PREMIO INTERNAZIONALE
Il Relitto del Clan Ogilvie