Sardinia In, periodico di cultura, informazione e turismo sulla Sardegna. Testata giornalistica in corso di registrazione. Direttore Responsabile Alessandra Conforti.
Ultime Notizie:
Strip Sinistra
Strip Destra
STORIE E LEGGENDE
Condividi nei social network   

Il ricordo di un pastore sardo


toscana (siena)
pubblicato il 26/03/2013 12:22:55 nella sezione "Storie e leggende"


Il ricordo di un pastore sardo
di Mariangela Musio

Qui di seguito è riportata la testimonianza di Salvatore Musio che, con un racconto carico di epos, ricorda come è giunto in Toscana dalla Sardegna, superando un viaggio che per molti aspetti somiglia a quello dei molti immigrati che oggi approdano nella
nostra penisola con la speranza di una vita migliore:
«Molti sardi sono partiti, facendosi coraggio, con una nave verso l’America a cercar fortuna. Mio suocero e molti altri sardi erano partiti a fine Ottocento. Ma se la distanza e quel mondo tanto diverso facevano troppa paura, i sardi sceglievano di lasciare l’isola per cercare lavoro nel Nord Italia, nel Lazio, in Toscana. Io sono partito nel 1961, nell’epoca dello sviluppo economico, per cercare migliori condizioni in Toscana. Mi ero imbarcato, in cerca di fortuna e di lavoro, una sera, quando ormai era buio, su un bastimento carico di bestiame, di pecore e di buoi. Non c’erano in quel tempo le navi che oggi viaggiano per la Sardegna. Erano stati caricati all’ultimo momento dei grossi motori che ci dissero essere stati utilizzati per costruire in Sardegna il lago Taloro. Quei motori sono stati la nostra salvezza. Dopo poco la partenza infatti fu un inferno. Il mare diventò molto mosso e il bastimento rischiava di affondare. Rimanemmo dispersi in mare 3 giorni e 3 notti, mentre nel mio paese, in Sardegna, si sapeva della tragedia e si teneva all’oscuro mia moglie che aspettava il secondo bambino.
Eravamo in balia del mare e tutti, fuorché io, un mio amico e il comandante, erano svenuti. Inoltre il bestiame rischiava di far rovesciare la barca perché le onde lo scaraventavano tutto su un lato, quindi ho dovuto lavorare molto per ristabilire sempre l’equilibrio nella stiva. Ho legato con delle corde le mucche che erano cadute sulle loro zampe, bloccandone le corna ai bordi della stiva. La situazione era disperata e il mare ci aveva spinto, anziché verso il Continente, verso la Corsica e verso le Bocche di Bonifacio, dove le correnti erano particolarmente forti. Quando abbiamo visto la costa, credevamo di essere salvi; speravamo di avere aiuto dai francesi; invece essi ci fecero vedere la loro bandiera e ci tennero a distanza, senza farci scendere dalla barca. Riprendemmo allora il mare con il rischio di affondare e solo dopo qualche giorno riuscimmo ad arrivare a Talamone in Toscana. Ciò che ci salvò furono quei motori - che pesavano varie tonnellate - caricati all’ultimo momento, quando il bastimento stava per salpare. Il peso di quei motori rese infatti il bastimento più stabile, quando si alzarono quelle onde alte. Non dimenticherò mai quella esperienza. Ho visto la morte in faccia varie volte, durante quella traversata. E pensare che io facevo il viaggio il 4 agosto 1961 e solo qualche mese dopo sarebbe entrato in servizio il traghetto che ancora oggi viaggia verso la Sardegna.
Avevamo voglia di migliorare le nostre condizioni di vita e avevamo questa speranza grazie alle notizie che ci venivano da amici o parenti che erano partiti prima di noi e che in Continente avevano trovato lavoro e terre da far produrre: per questo eravamo partiti. Abbiamo rischiato di morire in mare come oggi muoiono tanti emigranti che vengono dall’Africa. Come oggi succede nei confronti degli immigrati, anche noi che venivamo dalla Sardegna eravamo inizialmente visti con sospetto e considerati come quelli che venivano a portare via il lavoro o le terre agli abitanti del luogo. Eppure, la fattoria nella quale entrai a mezzadria, dopo quel viaggio avventuroso, ricominciò a pagare gli operai (che da qualche mese non percepivano più lo stipendio). Ciò fu possibile grazie ai guadagni che venivano dallo sfruttamento dei terreni di quella fattoria ai fini del pascolo delle pecore e grazie alla produzione del latte che in quegli anni, a differenza di oggi, era molto ben pagato. I sardi, in seguito, hanno saputo sfruttare le potenzialità di quei terreni e ne hanno fatto delle aziende agricole all’avanguardia, anche se oggi anch’esse risentono della crisi che mette in difficoltà molte imprese».

Foto da: tottusinpari.blog.tiscali.it
(Siena)
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Leggi articoli simili
CRAS SISPERDET SU MUNNU    (. e i bambini si vendicano...)
Accabadores
La breve emigrazione della mia famiglia. Stralci di ricordi
toscana (siena)
Incontro di due civiltà: sardi sulle colline toscane
sardegna (medio campidiano) arbus
La casa del Poeta
Su Maskinganna uno degli esseri fantastici della tradizione sarda
Rivivere la storia
sardegna (cagliari) isili
Friorosa e la fonte miracolosa di Isili
SU TIRAZZU
sardegna (nuoro) galtellì
Continua il viaggio a Galtellì
Offerte Sardinia In scopri la sardegna in vacanza
Cerca negli articoli

ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News e curiosità
IL TERRITORIO GALLURESEParticolarità del nord-est della Sardegna
UN ARBRESH MOLTO AMICO DEI SARDI
ETIMOLOGIA DEL NOME DELLASINARA
SARDEGNA E TIRRENIA La suggestione storico-linguistica allinterno della questione etrusca.
LA VICENDA DELLE CARTE DI ARBOREAUnappassionante caso dellottocento sardo.
Sport e natura
TREKKING NEL CUORE DELLA SARDEGNASei giorni immersi nella natura del Supramonte
YOGA AL TRAMONTO SULLA GRANDE GIARAUna giornata di cultura e rilassamento
ESTRAZIONE DELLE ESSENZE: ACQUA AROMATICA DI INULA
SCUOLA DI VELA SECONDO IL METODO VELAMARE
AUTUNNO ED INVERNO IN SARDEGNA
Luoghi religiosi e musei
IL SANTUARIO DI NOSTRA SIGNORA DI GONARE
Chiesa di SantElia
Il museo del bisso
Il museo del vino a Berchidda
La via dei Santuari
Enogastonomia
I LABORATORI KOENDILa cucina le ricette ed i racconti.
BIRRE ARTIGIANALI DELLA SARDEGNAPresentata la guida sabato 26 Novembre
LA GALLURA DAI VINI DOROIl 7 Giugno a San Quirico dOrcia
TASTE OF EXCELLENCE ACCENDE LA MARINA DI PORTO CERVOContinuano le degustazioni gratuite e le cene stellate nel cuore della Costa Smeralda
CULINGIONIS DE MENDULA
Circoli Fasi
QUARTA EDIZIONE DI VISIONI SARDEIl bando di concorso per corti e documentari sardi.
L’ARTE DI BONARIA MANCA DAI NURAGHE ALLA TERRA ETRUSCA Il 21 e il 22 Maggio a Tuscania.
LA CAMPAGNA DI CROWFUNDING PER SALVARE LISOLA DI BUDELLISu Nuraghe incontra Max Zegna
EL VAGN E PER ANNA VINCONO I PRIMI PREMI DEL CONCORSO VISIONI SARDE
SVELATI I FINALISTI DI VISIONI SARDESono nove e saranno distribuiti nel Continente a cura della FASI
Spiagge
CALA DOMESTICAUna delle cale più belle e selvagge della Sardegna.
SPIAGGIA DI MANGIABARCHE
IS PRANEDDAS
SPIAGGIA DI TUEREDDA
SPIAGGIA DI CALA BANANA
Eventi e feste
L’ARTE NERA. IMPRIMATUR ET REPRIMATURDal 7 ottobre al 19 novembre 2017 al Museo Naturalistico del Territorio G. Pusceddu
SAGRA DELLE MANDORLEA Baressa Sabato 9 / Domenica 10 Settembre 2017
PRIMAVERA NEL MARGHINE A BORTIGALIDue giornate ricche di tradizioni cultura delizie gastronomiche e... primati!
A TUSCANIA CON BONARIA MANCA
CAGLIARI SUONARassegna di musica da cameradal 27 al 30 dicembre 2015
Arte e artigianato
MIGRANTES PER LEUROPADopo il grande successo a Cagliari la mostra itinerante toccherà altri comuni della Sardegna
GIOIELLI DI PANE E OROLa creatività di Francesca Bellu
100 ANNI NEL SEGNO DI GALEPA Casale di Pari si ricorda la figura di Galep celebre fumettista di origini sarde.
LASSA SAS BRULLAS DI LORENZO VACCA Il 5 Agosto a Lodine
MAGIA E POESIA DEL VINOConcorso di pittura estemporanea
Mangiare
RISTORANTE LOUNGE BAR AND DELIUn mix di eccellenze targate Sardegna per l’Aqua Lounge
SA MANDRA AGRITURISMO
Ristorante trattoria Balcana
Seadas e ravioli sardi di patate formaggio e menta in Indonesia
Il ristorantino di Bosa VerdeFiume
Dormire
OLIVASTRI E LENTISCHI MILLENARIPer una vacanza in pieno relax sul lago di Liscia.
IL MIGLIOR RESORT MEDITERRANEO 2014Chia Laguna Hotel premiato al World Travel Awards
HOTEL RIVIERA
LA NOSTRA TERRASardigna
Settimana del Baratto 18-24 Novembre 2013. Ecco tutti i B&B aderenti in Sardegna
Archeologia
NURACHI o NURAXINIEDDUVarie tipologie nuragiche.
IDEE INNOVATIVE PER VIAGGI DI ISTRUZIONE E GITE SCOLASTICHELaboratori didattici per le scuole e per le famiglie
BENTORNATI A CASANurnet  e il gruppo Archeologia della Sardegna acquistano quattro bronzetti alla vergognosa asta di Londra.
A MONTE PRAMA UN ALTRO GIGANTEStraordinario: stavolta è intero
GIGANTI DI PRAMA TRA TOMBAROLI E NUOVE STATUE
Storie e leggende
PERCHE I SARDI BEVONO COSI TANTA BIRRA?
SU TIRAZZU
Sas dies imprestadas ed i giorni della merla
La breve emigrazione della mia famiglia. Stralci di ricordi
Rivivere la storia
Musica e poesia
TUTTO PRONTO PER IL PREMIO ANDREA PARODI 2015Un fitto programma dall8 al 10 Ottobre a Cagliari.
AL VIA IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso italiano di World Music
FABRIZIO DE ANDR CANZONI NASCOSTE STORIE SEGRETE.Il libro di Walter Pistarini
SCADE IL 31 LUGLIO IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso Italiano di World Music
TRACCE DI TE VIAGGIO NELLA MUSICA DI FRANCESCO RENGAIl legame del cantautore alla Sardegna nel ricordo della madre.
Luoghi da vedere
UN VIAGGIO A TINNURAConosciuto come il paese dellarte
LA MINIERA DI MONTE VECCHIO
PERCHE’ VISITARE PATTADA?
LISOLA DI MAL DI VENTRE
SARDEGNA IN CAMPEGGIOSegreti per un viaggio a 5 Stelle
Sub e nautica
IL CAPODOGLIO ALBINO NEL CANYON DI CAPRERA
IMMERSIONE NELLA GROTTA DI NEREO
LA NAVE DELLISOLA DEI CAVOLI
DUE FOTO DEL MARE SARDO VINCONO PREMIO INTERNAZIONALE
Il Relitto del Clan Ogilvie