Sardinia In, periodico di cultura, informazione e turismo sulla Sardegna. Testata giornalistica in corso di registrazione. Direttore Responsabile Alessandra Conforti.
Ultime Notizie:
Strip Sinistra
Strip Destra
ARCHEOLOGIA
Condividi nei social network   

Shardana, gli indomiti popoli dei mari


pubblicato il 02/02/2014 16:58:54 nella sezione "Archeologia"


Shardana gli indomiti popoli dei mari
A cura della dott.essa Emanuela Katia Pilloni

E’ il celebre faraone eretico Akenaton a consegnare alla storia, per la prima volta, il nome Srdn-w, i terribili Shardana. che nel 1350 a. C appaiono già come pirati e mercenari, pronti ad offrire i loro servizi ai signori locali. Gli indomiti guerrieri saranno costretti alla resa, un secolo più tardi, nella memorabile battaglia navale vinta dalla flotta di Ramses II, che ne ricorderà il valore in un’iscrizione a Tanis:“I ribelli Shardana che nessuno ha mai saputo come combattere, arrivarono dal centro del mare navigando arditamente con le loro navi da guerra, nessuno è mai riuscito a resistergli”.

Spetterà però a Ramses III porre fine al loro strapotere in quell’epico scontro il cui resoconto è raffigurato presso un tempio di Tebe: “Gli Shardana e i Wešeš del mare fu come se non esistessero, catturati tutti insieme e condotti prigionieri in Egitto, come la sabbia della spiaggia. Io li ho insediati in fortezze, legati al mio nome. Le loro classi militari erano numerose come centinaia di migliaia. Io ho assegnato a tutti loro razioni con vestiario e provvigioni dai magazzini e dai granai per ogni anno” Indegna fine per un popolo tanto valoroso.
Ma chi erano dunque i misteriosi Shardana, dotati di lunghe spade, lance e pugnali che si difendevano (pressoché unici fra le civiltà dell’epoca) con uno scudo tondo? Da dove mai provenivano questi mitici popoli del mare, la cui fama di terrore li precedeva? E quanto avevano in comune con i costruttori dei nuraghi questi “abitanti delle isole”, che nelle pitture egizie erano rappresentati con il corto gonnellino, la corazza e l’inconfondibile elmo bicorne? Tantissimo, stando a quanto sostiene l’archeologo Giovanni Ugas, a partire dal nome. Come non ricordare, infatti, la celebre (quanto contestata) iscrizione in lingua fenicia incisa nella stele di Nora, che menzionerebbe appunto la Sardegna come "SHRDN"? Al di là dell’analogia semantica, per il celebre studioso, fondamentale risulterebbe però tanto la corrispondenza cronologica (“..la loro cultura si manifesta in Egitto per un lungo periodo di circa tre secoli, coincidente con l'apogeo della civiltà dei Sardi nuragici”) quanto i riscontri geografici: “Per gli Egiziani essi sono uno dei Popoli del Mare, ma più precisamente sono il popolo delle isole che stanno in mezzo al grande verde.. E’ ragionevole pensare che per gli Egiziani le isole che stanno in mezzo al grande verde, non fossero Creta o le isole dell'Egeo molto più vicine all'Egitto della Sardegna e che "il grande verde" fosse il Mediterraneo occidentale.” Dunque abili navigatori, fieri guerrieri prima e fidata guardia del faraone poi, “mercenari al servizio dell'Egitto che costituivano un corpo scelto, posto a difesa delle fortezze, oppure impiegato durante gli assedi”. Non potrà dirsi certamente un caso che le numerose navicelle votive, i bronzetti e le armi nuragiche disegnino, per gli antichi Sardi, un quadro certamente non dissimile da quello degli Shardana, cui sarebbero da attribuire anche le costruzioni rinvenute dall’archeologo Adam Zertal presso il sito israeliano di El Ahwat, che presenta alcuni parallelismi con i nuraghi. Un altro probabile modello di architettura nuragica al di fuori della Sardegna realizzato ad opera degli Shardana sarebbe, sempre stando alle tesi del professor Ugas, il pozzo sacro di Garlo, non lontano da Sofia (l’antica Sardica).
Per quanto notevoli e convincenti appaiano le prove di un’origine tutta Sarda dei temuti guerrieri dalle corna ricurve, ad onor di cronaca vanno ricordate anche posizioni divergenti espresse recentemente da alcuni studiosi. E’ il caso, tra gli altri, del prof. Paolo Bernardini che vede negli Shardana una popolazione di provenienza orientale, insediatisi in Sardegna solo nel XIII secolo a.C, che si sarebbero sovrapposti alle popolazioni nuragiche già esistenti con le quali, dunque, non potrebbero essere identificati. Anche il ricercatore Leonardo Melis propende per una genesi non occidentale, addirittura mesopotamica: da Ur dei Caldei si sarebbero stanziati però nell’Isola già nel III millennio a. C e a riprova di questa teoria ci sarebbe il cosiddetto "ziggurat" di Monte d’Accoddi (SS), indizio della presenza shardano - mesopotamica nell'isola. Per Alberto Areddu, infine, gli Shardana sarebbero da annoverare piuttosto fra le genti sardo-illiriche, dotate di una spiccata vocazione marinaresca.
Eppure, benché altre ipotesi si affaccino di tanto in tanto nell’ancor inesplicabile mondo degli Shardana, la suggestione di vedere in essi i modelli e gli autori dei bronzetti nuragici, rimane forte. Non resta che sciogliere, dunque, con macedonica risolutezza il nodo gordiano, avendo l’ardire di affermare con convinzione che, se qualche civiltà conosciuta ha diritto di essere identificata con “i ribelli Shardana che nessuno ha mai saputo come combattere”, è di certo quella nuragica.


Website:www.lanuovaatlantide.info/2011/08/shardana-gli-indomiti-popoli-del-mare.html
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Leggi articoli simili
Tundu su pensamentu: il contus di un testimone della memoria
Shardana e Popoli del Mare decenni di studi su un problema ancora irrisolto.
NURACHI o NURAXINIEDDUVarie tipologie nuragiche.
sardegna (cagliari) cagliari
Sepolcro e grotta della Vipera
Sardegna Nel mare nuovi reperti archeologici
sardegna (olbia-tempio) arzachena
Nuraghe Albucciu
LISOLA DELLE TORRIGiovanni Lilliu e la Sardegna Nuragica
In Sardegna la storia dellumanità?
sardegna (sassari) bonorva
Domus de Janas Sant Andrea Priu a Bonorva
sardegna (cagliari) armungia
Nuraghe Armungia imponente custode del territorio Sardo
Offerte Sardinia In scopri la sardegna in vacanza
Cerca negli articoli

ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News e curiosità
IL TERRITORIO GALLURESEParticolarità del nord-est della Sardegna
UN ARBRESH MOLTO AMICO DEI SARDI
ETIMOLOGIA DEL NOME DELLASINARA
SARDEGNA E TIRRENIA La suggestione storico-linguistica allinterno della questione etrusca.
LA VICENDA DELLE CARTE DI ARBOREAUnappassionante caso dellottocento sardo.
Sport e natura
TREKKING NEL CUORE DELLA SARDEGNASei giorni immersi nella natura del Supramonte
YOGA AL TRAMONTO SULLA GRANDE GIARAUna giornata di cultura e rilassamento
ESTRAZIONE DELLE ESSENZE: ACQUA AROMATICA DI INULA
SCUOLA DI VELA SECONDO IL METODO VELAMARE
AUTUNNO ED INVERNO IN SARDEGNA
Luoghi religiosi e musei
IL SANTUARIO DI NOSTRA SIGNORA DI GONARE
Chiesa di SantElia
Il museo del bisso
Il museo del vino a Berchidda
La via dei Santuari
Enogastonomia
I LABORATORI KOENDILa cucina le ricette ed i racconti.
BIRRE ARTIGIANALI DELLA SARDEGNAPresentata la guida sabato 26 Novembre
LA GALLURA DAI VINI DOROIl 7 Giugno a San Quirico dOrcia
TASTE OF EXCELLENCE ACCENDE LA MARINA DI PORTO CERVOContinuano le degustazioni gratuite e le cene stellate nel cuore della Costa Smeralda
CULINGIONIS DE MENDULA
Circoli Fasi
QUARTA EDIZIONE DI VISIONI SARDEIl bando di concorso per corti e documentari sardi.
L’ARTE DI BONARIA MANCA DAI NURAGHE ALLA TERRA ETRUSCA Il 21 e il 22 Maggio a Tuscania.
LA CAMPAGNA DI CROWFUNDING PER SALVARE LISOLA DI BUDELLISu Nuraghe incontra Max Zegna
EL VAGN E PER ANNA VINCONO I PRIMI PREMI DEL CONCORSO VISIONI SARDE
SVELATI I FINALISTI DI VISIONI SARDESono nove e saranno distribuiti nel Continente a cura della FASI
Spiagge
CALA DOMESTICAUna delle cale più belle e selvagge della Sardegna.
SPIAGGIA DI MANGIABARCHE
IS PRANEDDAS
SPIAGGIA DI TUEREDDA
SPIAGGIA DI CALA BANANA
Eventi e feste
L’ARTE NERA. IMPRIMATUR ET REPRIMATURDal 7 ottobre al 19 novembre 2017 al Museo Naturalistico del Territorio G. Pusceddu
SAGRA DELLE MANDORLEA Baressa Sabato 9 / Domenica 10 Settembre 2017
PRIMAVERA NEL MARGHINE A BORTIGALIDue giornate ricche di tradizioni cultura delizie gastronomiche e... primati!
A TUSCANIA CON BONARIA MANCA
CAGLIARI SUONARassegna di musica da cameradal 27 al 30 dicembre 2015
Arte e artigianato
MIGRANTES PER LEUROPADopo il grande successo a Cagliari la mostra itinerante toccherà altri comuni della Sardegna
GIOIELLI DI PANE E OROLa creatività di Francesca Bellu
100 ANNI NEL SEGNO DI GALEPA Casale di Pari si ricorda la figura di Galep celebre fumettista di origini sarde.
LASSA SAS BRULLAS DI LORENZO VACCA Il 5 Agosto a Lodine
MAGIA E POESIA DEL VINOConcorso di pittura estemporanea
Mangiare
RISTORANTE LOUNGE BAR AND DELIUn mix di eccellenze targate Sardegna per l’Aqua Lounge
SA MANDRA AGRITURISMO
Ristorante trattoria Balcana
Seadas e ravioli sardi di patate formaggio e menta in Indonesia
Il ristorantino di Bosa VerdeFiume
Dormire
OLIVASTRI E LENTISCHI MILLENARIPer una vacanza in pieno relax sul lago di Liscia.
IL MIGLIOR RESORT MEDITERRANEO 2014Chia Laguna Hotel premiato al World Travel Awards
HOTEL RIVIERA
LA NOSTRA TERRASardigna
Settimana del Baratto 18-24 Novembre 2013. Ecco tutti i B&B aderenti in Sardegna
Archeologia
NURACHI o NURAXINIEDDUVarie tipologie nuragiche.
IDEE INNOVATIVE PER VIAGGI DI ISTRUZIONE E GITE SCOLASTICHELaboratori didattici per le scuole e per le famiglie
BENTORNATI A CASANurnet  e il gruppo Archeologia della Sardegna acquistano quattro bronzetti alla vergognosa asta di Londra.
A MONTE PRAMA UN ALTRO GIGANTEStraordinario: stavolta è intero
GIGANTI DI PRAMA TRA TOMBAROLI E NUOVE STATUE
Storie e leggende
PERCHE I SARDI BEVONO COSI TANTA BIRRA?
SU TIRAZZU
Sas dies imprestadas ed i giorni della merla
La breve emigrazione della mia famiglia. Stralci di ricordi
Rivivere la storia
Musica e poesia
TUTTO PRONTO PER IL PREMIO ANDREA PARODI 2015Un fitto programma dall8 al 10 Ottobre a Cagliari.
AL VIA IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso italiano di World Music
FABRIZIO DE ANDR CANZONI NASCOSTE STORIE SEGRETE.Il libro di Walter Pistarini
SCADE IL 31 LUGLIO IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso Italiano di World Music
TRACCE DI TE VIAGGIO NELLA MUSICA DI FRANCESCO RENGAIl legame del cantautore alla Sardegna nel ricordo della madre.
Luoghi da vedere
UN VIAGGIO A TINNURAConosciuto come il paese dellarte
LA MINIERA DI MONTE VECCHIO
PERCHE’ VISITARE PATTADA?
LISOLA DI MAL DI VENTRE
SARDEGNA IN CAMPEGGIOSegreti per un viaggio a 5 Stelle
Sub e nautica
IL CAPODOGLIO ALBINO NEL CANYON DI CAPRERA
IMMERSIONE NELLA GROTTA DI NEREO
LA NAVE DELLISOLA DEI CAVOLI
DUE FOTO DEL MARE SARDO VINCONO PREMIO INTERNAZIONALE
Il Relitto del Clan Ogilvie