Sardinia In, periodico di cultura, informazione e turismo sulla Sardegna. Testata giornalistica in corso di registrazione. Direttore Responsabile Alessandra Conforti.
Ultime Notizie:
Strip Sinistra
Strip Destra
ARTE E ARTIGIANATO
Condividi nei social network   

Pinuccio Sciola: "Grazie all'A.C.S.I.T. ho comunicato a Michelangelo che la pietra è viva"


pubblicato il 20/10/2013 21:59:15 nella sezione "Arte e artigianato"


Pinuccio Sciola: Grazie allA.C.S.I.T. ho comunicato a Michelangelo che la pietra è viva
L'artista sardo suona uno dei suoi Semi di Pace di fronte alla tomba del Maestro toscano

di Cristina Marras

L'inaugurazione della mostra "Semi di Pace, Suoni di Pietra" di Pinuccio Sciola, tenutasi domenica 6 ottobre a Firenze presso il Chiostro d'Arnolfo della Basilica di Santa Croce, ha regalato un vero e proprio evento mondiale, destinato a far discutere e attrarre l'attenzione. Lo scultore sardo ha voluto e potuto suonare uno dei suoi Semi di Pace di fronte alla tomba di Michelangelo.
"Michelangelo era convinto che la pietra non potesse parlare ma si sbagliava. E oggi doveva sapere che la pietra suona, è viva, ha un'anima. Quando scolpì il suo Mosè ed esclamò la famosa frase "Ma perché non parli!", aveva ragione nel credere che la pietra non fosse in grado di esprimersi. Infatti il marmo statuario da lui utilizzato ha delle proprietà fisiche che non gli permette di suonare. E' questo il motivo per il quale il suo Mosè non poteva parlare. Però era giusto che lui sapesse che la pietra è l'elemento più vivo che esiste e che mantiene la memoria di tutto. E ora lo sa, gliel'ho detto".
Suppongo che questo sia il ricordo più importante dell'inaugurazione...
"Oggi credo di aver toccato il massimo dell'emozione. Quando studiavo a Firenze abitavo vicino a Santa Croce e mentre andavo a studiare al Magistero d'arte passavo spesso di fronte alle sculture di Michelangelo. Quando col tempo ho scoperto il suono della pietra, e quando ho scoperto che il marmo statuario non è capace di suonare per la sua conformazione fisica, il mio sogno era portare una pietra e fargliela ascoltare. Una giornata piena di emozioni. Ringrazio l'Associazione Sarda a Firenze e l'Opera di Santa Croce e tutte le persone che sono intervenute".
Emozioni che sono delle vibrazioni, come quelle che lei opera nelle sue Pietre...
"Tutti i suoni nascano da una vibrazione ma non esiste al mondo un testo che parli dell'elasticità della pietra. Chiunque può accostare la pietra può sentire la vibrazione. Cosa che in fisica non esiste. Però la pietra va accarezzata, non percossa. Tutti quelli che vedono le miei pietre, d'istinto, sono portati a toccarle percuotendolo, con la speranza che esse possano emettere dei suoni. Ogni volta hanno esito negativo. Bisogna essere delicati, sapersi lasciar trasportare. Solo così potranno uscire i suoni elettronici, vivi, che sono contemporaneamente l'anima e la memoria delle Pietre. Io ho scoperto il suono ma chissà che cosa ci sarà ancora dentro..."
Qual è l'intuizione più grande del suo lavoro?
“Nessuno al mondo pensa che la pietra possa essere accarezzata perché è ancora considerato l'elemento più duro, rigido, muto. Mitologicamente la pietra ha sempre avuto accezioni negative. Al contrario, secondo me, la pietra è l'elemento più vivo che esiste. Intanto mantiene tutta la memoria dell'universo e ognuna ha la sua memoria perché il calcare ha la memoria dell'acqua, il basalto ha la memoria del fuoco e della Terra. Io quando parlo di queste cose lo faccio in maniera chiara, lo faccio ascoltare.”
Quando è nata l'intuizione di entrare nell'anima delle pietre?
“Quando è nata? E' nata prima. Prima di che cosa? Prima. Non ha un inizio. Noi abbiamo uno spirito che è prima. La Bibba dice che "prima di tutto fu il suono". Los Incas si chiedevano da quanto tempo è nata la Pietra e rispondevano con un dicho che io ho fatto mio perché è meraviglioso "quando è nata la luce, la pietra già esisteva". Ora, tenendo conto anche della dichiarazione della Bibba, prima fu il suono che evidentemente si è depositato dentro la pietra che a distanza di millenni stanno riaffiorando attraverso i miei suoni. Questa è la cosa più straordinaria perché nessuno avrebbe mai pensato di tirar fuori i suoni dalla pietra che non fossero percussioni. E quando uno va con la percussione non sentirà mai il suono delle pietre perché senti il suono del colpo, che è tutt'altro. Ancora oggi, quando si sente parlare di suoni delle pietre di pensa solo alle percussioni, ed è li che dobbiamo contrastare questo modo di pensare che è prettamente terreno, per non dire violento".
Oltre all'aspetto "terreno" del suono, le Pietre nascondono anche un aspetto ultraterreno. Può spiegarci il rapporto con le sue Pietre?
"La mia cosmogonia è pane per gli studiosi. Io sto dando gli input per approfondire queste tematiche. Io ho le mie convinzioni. Non ho mai dato un titolo ad una mia opera e non è un caso. Molti mi chiedono che cosa rappresenta per me una scultura. Io rispondo sempre che "sei tu che mi devi dire che cosa provi, se sono riuscito ad emozionarti. A chi mi chiede che cosa penso mentre scolpisco rispondo "prima di tutto a non pestarmi le dita". A me interessa dare emozioni, non spiegare che cosa penso".
Mentre oggi esultiamo per il suo concerti di suoni di pietre a Cagliari, poche settimane fa, hanno cancellato per sempre il suo murale in piazza della Repubblica..
"Qualsiasi materiale esposto ai soggetti batterici è destinato a deteriorarsi. Quel murales si è mantenuto tanto perché c'era da 30 anni perché, non battendoci il sole, i colori sono rimasti a lungo. Quello che mi ha lasciato un po' perplesso è il fatto di non aver ricevuto neanche una telefonata. Io non ho certo il potere di bloccare questa decisione e se il muro era fatiscente e aveva bisogno di essere ristrutturato è stato giusto intervenire. Io cerco sempre di cogliere l'aspetto positivo di ogni situazione e mi auguro che questo evento, che ha creato in tutta la Sardegna tante proteste, sia lo stimolo affinché altri artisti, altre amministrazioni, altre proprietari di muri possano partecipare ad eventi d'arte. Ormai quel muro è andato, smettiamo di protestare e andiamo oltre, facciamo altro".
Chapeau!
Website:www.acsitfirenze.net/
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Leggi articoli simili
sardegna (cagliari) cagliari
Zoica: gioiello tipico della barbagia
sardegna (cagliari) cagliari
LALFABETO DELLARTEPalazzo di Città a Cagliari
Pinuccio Sciola e le pietre sonore
BISTRUSSOIl design tra innovazione e tradizione
sardegna (nuoro) orgosolo
LA SETA AD ORGOSOLO
A Burgos la mostra del vignettista Franco Putzolu; S.O.S Sardos 1983-2013
Serafina Mascia: Grazie ai Semi della Pace di Sciola la Sardegna è grande nel mondo
sardegna (medio campidiano) villanovaforru
FOGLI DI LUCE INCISAPersonale di Gianni Atzeni
sardegna (cagliari) cagliari
Impara a scoprire la bellezza dell’arte
I cesti e cestini in Sardegna
Offerte Sardinia In scopri la sardegna in vacanza
Cerca negli articoli

ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News e curiosità
IL TERRITORIO GALLURESEParticolarità del nord-est della Sardegna
UN ARBRESH MOLTO AMICO DEI SARDI
ETIMOLOGIA DEL NOME DELLASINARA
SARDEGNA E TIRRENIA La suggestione storico-linguistica allinterno della questione etrusca.
LA VICENDA DELLE CARTE DI ARBOREAUnappassionante caso dellottocento sardo.
Sport e natura
TREKKING NEL CUORE DELLA SARDEGNASei giorni immersi nella natura del Supramonte
YOGA AL TRAMONTO SULLA GRANDE GIARAUna giornata di cultura e rilassamento
ESTRAZIONE DELLE ESSENZE: ACQUA AROMATICA DI INULA
SCUOLA DI VELA SECONDO IL METODO VELAMARE
AUTUNNO ED INVERNO IN SARDEGNA
Luoghi religiosi e musei
IL SANTUARIO DI NOSTRA SIGNORA DI GONARE
Chiesa di SantElia
Il museo del bisso
Il museo del vino a Berchidda
La via dei Santuari
Enogastonomia
I LABORATORI KOENDILa cucina le ricette ed i racconti.
BIRRE ARTIGIANALI DELLA SARDEGNAPresentata la guida sabato 26 Novembre
LA GALLURA DAI VINI DOROIl 7 Giugno a San Quirico dOrcia
TASTE OF EXCELLENCE ACCENDE LA MARINA DI PORTO CERVOContinuano le degustazioni gratuite e le cene stellate nel cuore della Costa Smeralda
CULINGIONIS DE MENDULA
Circoli Fasi
QUARTA EDIZIONE DI VISIONI SARDEIl bando di concorso per corti e documentari sardi.
L’ARTE DI BONARIA MANCA DAI NURAGHE ALLA TERRA ETRUSCA Il 21 e il 22 Maggio a Tuscania.
LA CAMPAGNA DI CROWFUNDING PER SALVARE LISOLA DI BUDELLISu Nuraghe incontra Max Zegna
EL VAGN E PER ANNA VINCONO I PRIMI PREMI DEL CONCORSO VISIONI SARDE
SVELATI I FINALISTI DI VISIONI SARDESono nove e saranno distribuiti nel Continente a cura della FASI
Spiagge
CALA DOMESTICAUna delle cale più belle e selvagge della Sardegna.
SPIAGGIA DI MANGIABARCHE
IS PRANEDDAS
SPIAGGIA DI TUEREDDA
SPIAGGIA DI CALA BANANA
Eventi e feste
L’ARTE NERA. IMPRIMATUR ET REPRIMATURDal 7 ottobre al 19 novembre 2017 al Museo Naturalistico del Territorio G. Pusceddu
SAGRA DELLE MANDORLEA Baressa Sabato 9 / Domenica 10 Settembre 2017
PRIMAVERA NEL MARGHINE A BORTIGALIDue giornate ricche di tradizioni cultura delizie gastronomiche e... primati!
A TUSCANIA CON BONARIA MANCA
CAGLIARI SUONARassegna di musica da cameradal 27 al 30 dicembre 2015
Arte e artigianato
MIGRANTES PER LEUROPADopo il grande successo a Cagliari la mostra itinerante toccherà altri comuni della Sardegna
GIOIELLI DI PANE E OROLa creatività di Francesca Bellu
100 ANNI NEL SEGNO DI GALEPA Casale di Pari si ricorda la figura di Galep celebre fumettista di origini sarde.
LASSA SAS BRULLAS DI LORENZO VACCA Il 5 Agosto a Lodine
MAGIA E POESIA DEL VINOConcorso di pittura estemporanea
Mangiare
RISTORANTE LOUNGE BAR AND DELIUn mix di eccellenze targate Sardegna per l’Aqua Lounge
SA MANDRA AGRITURISMO
Ristorante trattoria Balcana
Seadas e ravioli sardi di patate formaggio e menta in Indonesia
Il ristorantino di Bosa VerdeFiume
Dormire
OLIVASTRI E LENTISCHI MILLENARIPer una vacanza in pieno relax sul lago di Liscia.
IL MIGLIOR RESORT MEDITERRANEO 2014Chia Laguna Hotel premiato al World Travel Awards
HOTEL RIVIERA
LA NOSTRA TERRASardigna
Settimana del Baratto 18-24 Novembre 2013. Ecco tutti i B&B aderenti in Sardegna
Archeologia
NURACHI o NURAXINIEDDUVarie tipologie nuragiche.
IDEE INNOVATIVE PER VIAGGI DI ISTRUZIONE E GITE SCOLASTICHELaboratori didattici per le scuole e per le famiglie
BENTORNATI A CASANurnet  e il gruppo Archeologia della Sardegna acquistano quattro bronzetti alla vergognosa asta di Londra.
A MONTE PRAMA UN ALTRO GIGANTEStraordinario: stavolta è intero
GIGANTI DI PRAMA TRA TOMBAROLI E NUOVE STATUE
Storie e leggende
PERCHE I SARDI BEVONO COSI TANTA BIRRA?
SU TIRAZZU
Sas dies imprestadas ed i giorni della merla
La breve emigrazione della mia famiglia. Stralci di ricordi
Rivivere la storia
Musica e poesia
TUTTO PRONTO PER IL PREMIO ANDREA PARODI 2015Un fitto programma dall8 al 10 Ottobre a Cagliari.
AL VIA IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso italiano di World Music
FABRIZIO DE ANDR CANZONI NASCOSTE STORIE SEGRETE.Il libro di Walter Pistarini
SCADE IL 31 LUGLIO IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso Italiano di World Music
TRACCE DI TE VIAGGIO NELLA MUSICA DI FRANCESCO RENGAIl legame del cantautore alla Sardegna nel ricordo della madre.
Luoghi da vedere
UN VIAGGIO A TINNURAConosciuto come il paese dellarte
LA MINIERA DI MONTE VECCHIO
PERCHE’ VISITARE PATTADA?
LISOLA DI MAL DI VENTRE
SARDEGNA IN CAMPEGGIOSegreti per un viaggio a 5 Stelle
Sub e nautica
IL CAPODOGLIO ALBINO NEL CANYON DI CAPRERA
IMMERSIONE NELLA GROTTA DI NEREO
LA NAVE DELLISOLA DEI CAVOLI
DUE FOTO DEL MARE SARDO VINCONO PREMIO INTERNAZIONALE
Il Relitto del Clan Ogilvie