Sardinia In, periodico di cultura, informazione e turismo sulla Sardegna. Testata giornalistica in corso di registrazione. Direttore Responsabile Alessandra Conforti.
Ultime Notizie:
Strip Sinistra
Strip Destra
NEWS E CURIOSITÀ
Condividi nei social network   

La favola del regno di Tavolara


sardegna (olbia-tempio)
pubblicato il 26/06/2013 22:51:19 nella sezione "News e curiosità"


La favola del regno di Tavolara
Gli ingredienti ci sono tutti: un’isola in mezzo al mare, re che rivendicano il loro diritto al trono e persino animali misteriosi e fantastici…
Questa storia, però, non è il prodotto della fantasia dei fratelli Grimm o del nostro Collodi. E’ la storia di un luogo, che, se pur davvero meraviglioso, è raggiungibile da tutti. E la storia di una famiglia che ne custodisce il ricordo ed è disposta a condividerlo con chi gliene chiede notizia.
L’isola è Tavolara.
Si trova in Sardegna, nel golfo di Olbia, di fronte alla località di Porto San Paolo.
Guardandola dalla terraferma Tavolara si offre, nelle sue diverse prospettive, ora come una piramide, ora come una montagna dalle pareti di roccia bianca a picco sul mare, o ancora come una collina coperta dalla vegetazione. Sotto il livello del mare si trova un mondo ricchissimo e di particolare interesse per subacquei.
A Sud-Ovest, in direzione di Porto San Paolo, la montagna degrada fino a formare uno stretto istmo, chiamato “Spalmatore di terra”, con una splendida lunga spiaggia. E’ qui che oggi si può incontrare il “Re” di Tavolara e la sua famiglia.
Ma torniamo al principio di questa storia raccontataci da Tonino Bertoleoni, attuale “regnante” dell’isola.

I Bertoleoni diventano casa regnante

Sul finire del 1700 Giuseppe Bertoleoni, trisavolo di Tonino, parte da Genova con la famiglia su una piccola nave da diporto. Passando dalla Corsica raggiunge l’arcipelago della Maddalena e in particolare l’isola di Santa Maria, dove si stabilisce parte della famiglia Bertoleoni. Giuseppe prosegue verso Sud e trova la splendida e disabitata isola di Tavolara. Qui si stabilisce, costruisce la sua casa e pone alcuni pastori a guardia delle numerose capre selvatiche.
La magia di quest’isola si manifesta ai suoi nuovi abitanti proprio attraverso questi animali: alcune delle capre appartengono ad una razza particolare, caratterizzata dal colore dorato dei denti. Queste capre dai denti d’oro, come ci racconta Tonino, giocheranno un importante ruolo nella storia del regno di Tavolara.
I Bertoleoni sono gli unici abitanti dell’isola. In base a ciò Paolo, figlio di Giuseppe, avanza dei ricorsi presso la casa reale di Savoia perché gli venga riconosciuta la proprietà e la sovranità sul suolo di Tavolara.

Il re sabaudo vuole le capre dai denti d’oro

Carlo Alberto di Savoia, salito al trono sabaudo nel 1831 al posto di Carlo Felice, nel 1836 si reca personalmente a Tavolara con il panfilo reale per una battuta di caccia e per conoscere personalmente l’autore dei tanti ricorsi. Il ricordo di questo incontro è stato tramandato dalla famiglia Bertoleoni e giunge fino a noi dalla voce di Tonino: “è proprio vero! Si incontrarono e Carlo Alberto si presentò come il Re di Sardegna. Paolo Bertoleoni allora si presentò come il Re di Tavolara”. Carlo Alberto resta per alcuni giorni ospite della casa reale di Tavolara.
Avendogli Paolo parlato delle eccezionali capre dai denti d’oro che popolano l’isola, il re sabaudo, dopo essere tornato a Torino, invia il generale La Marmora con una corvetta
sull’isola dei Bertoleoni per prenderne alcuni esemplari. Il generale giunge sull’isola recando doni (uno spillo ed un anello d’oro) per la moglie di Paolo Bertoleoni e assieme al Re di Tavolara si spinge sulla montagna alla ricerca delle capre. In tre giorni di caccia cattura quattro capre dai denti d’oro.
Dopo questo leggendario incontro con il Re di Sardegna la famiglia Bertoleoni si fregia dello stemma reale e si considera a tutti gli effetti sovrana dell’isola, benché non ci sia ancora alcun documento a sostegno del loro diritto.
Qualche anno più tardi, però, il demanio tenta di espropriare i Bertoleoni della loro isola, sostenendo che su di essa non esiste alcun titolo di proprietà. Paolo Bertoleoni decide allora di recarsi personalmente a Torino da Carlo Alberto, passando da Porto San Paolo e quindi da Civitavecchia. Dal re in persona ottiene rassicurazioni e dopo alcuni giorni gli viene recapitata, dalla citta di Tempio, una pergamena che lo riconosce come padrone assoluto e re di Tavolara.
Tonino Bertoleoni difende la storia della sua famiglia da chi sostiene che sia solo una leggenda. Purtroppo non può portare come prova la pergamena che documenta la sovranità dei Bertoleoni perché questa è andata perduta, ma mostra con orgoglio nel suo ristorante, che si affaccia sulla spiaggia dello “Spalmatore di terra”, una copia della fotografia dei regnanti di Tavolara.

La fotografia a Buckingam Palace

Verso la fine dell’Ottocento, infatti, la regina Vittoria d’Inghilterra, saputo dell’esistenza di questo piccolo regno di fronte alla costa sarda, manda con una nave, la Vulcan, i suoi fotografi personali a ritrarre la famiglia dei sovrani di quel luogo. Nel museo di Buckingham Palace, a Londra, è conservata la foto della famiglia reale di Tavolara, all’interno della collezione di ritratti delle famiglie reali di tutto il mondo, voluta dalla stessa regina Vittoria. Sotto la foto vi è la dicitura: “La famiglia reale di Tavolara, nel golfo di Terranova Pausania, il più piccolo regno del mondo”.

La favola del regno di Tavolara dura tutt’oggi e chiunque si rechi in questo luogo incantevole può convincersene, ammirando i colori del suo mare e delle sue rocce, passeggiando sulla sabbia bianca fino a quando l’istmo non arriva a misurare solo una manciata di centimetri e visitando, tra i gigli di mare, il piccolo cimitero, quasi invisibile dal mare, dove si trovano le tombe del primo re di Tavolara e dei suoi discendenti e familiari.

Oggi Tavolara non è più unicamente di proprietà della famiglia Bertoleoni. Per quanto è in loro potere, però, Tonino Bertoleoni e i suoi parenti si impegnano a proteggere e conservare la loro isola e la sua storia: “Non può immaginare quanti soldi mi hanno offerto e in quanti lo hanno fatto”, mi ha confidato, “ma finché ci saremo noi Tavolara resterà la stessa!”

Barbara Ainis

Foto da: www.cifr.it
(Olbia-Tempio)
Website:www.tavolara.it/re.htm
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Leggi articoli simili
LA FAVOLOSA INVASIONE DEI SOGNI IN SARDEGNA
DallUniversità di Sassari lApp sul vino
Al via campagna spiagge pulite  Iniziative in 32 spiagge dellIsola
Ogliastra eletta Provincia più bella dItalia dal Sole 24 Ore
Eleonora dArborea
ALLA RICERCA DEI SECOLI PIU FULGIDI DELLA STORIA SARDADalla preistoria neolitica ai Giudicati.
Il riso Sardonico
Lisola dei centenari sani e felici
Le Isole del Gusto 8°edizione dal 3 febbraio al 17 marzo
I Candelieri verso riconoscimento Unesco
Offerte Sardinia In scopri la sardegna in vacanza
Cerca negli articoli

ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News e curiosità
IL TERRITORIO GALLURESEParticolarità del nord-est della Sardegna
UN ARBRESH MOLTO AMICO DEI SARDI
ETIMOLOGIA DEL NOME DELLASINARA
SARDEGNA E TIRRENIA La suggestione storico-linguistica allinterno della questione etrusca.
LA VICENDA DELLE CARTE DI ARBOREAUnappassionante caso dellottocento sardo.
Sport e natura
TREKKING NEL CUORE DELLA SARDEGNASei giorni immersi nella natura del Supramonte
YOGA AL TRAMONTO SULLA GRANDE GIARAUna giornata di cultura e rilassamento
ESTRAZIONE DELLE ESSENZE: ACQUA AROMATICA DI INULA
SCUOLA DI VELA SECONDO IL METODO VELAMARE
AUTUNNO ED INVERNO IN SARDEGNA
Luoghi religiosi e musei
IL SANTUARIO DI NOSTRA SIGNORA DI GONARE
Chiesa di SantElia
Il museo del bisso
Il museo del vino a Berchidda
La via dei Santuari
Enogastonomia
I LABORATORI KOENDILa cucina le ricette ed i racconti.
BIRRE ARTIGIANALI DELLA SARDEGNAPresentata la guida sabato 26 Novembre
LA GALLURA DAI VINI DOROIl 7 Giugno a San Quirico dOrcia
TASTE OF EXCELLENCE ACCENDE LA MARINA DI PORTO CERVOContinuano le degustazioni gratuite e le cene stellate nel cuore della Costa Smeralda
CULINGIONIS DE MENDULA
Circoli Fasi
QUARTA EDIZIONE DI VISIONI SARDEIl bando di concorso per corti e documentari sardi.
L’ARTE DI BONARIA MANCA DAI NURAGHE ALLA TERRA ETRUSCA Il 21 e il 22 Maggio a Tuscania.
LA CAMPAGNA DI CROWFUNDING PER SALVARE LISOLA DI BUDELLISu Nuraghe incontra Max Zegna
EL VAGN E PER ANNA VINCONO I PRIMI PREMI DEL CONCORSO VISIONI SARDE
SVELATI I FINALISTI DI VISIONI SARDESono nove e saranno distribuiti nel Continente a cura della FASI
Spiagge
CALA DOMESTICAUna delle cale più belle e selvagge della Sardegna.
SPIAGGIA DI MANGIABARCHE
IS PRANEDDAS
SPIAGGIA DI TUEREDDA
SPIAGGIA DI CALA BANANA
Eventi e feste
L’ARTE NERA. IMPRIMATUR ET REPRIMATURDal 7 ottobre al 19 novembre 2017 al Museo Naturalistico del Territorio G. Pusceddu
SAGRA DELLE MANDORLEA Baressa Sabato 9 / Domenica 10 Settembre 2017
PRIMAVERA NEL MARGHINE A BORTIGALIDue giornate ricche di tradizioni cultura delizie gastronomiche e... primati!
A TUSCANIA CON BONARIA MANCA
CAGLIARI SUONARassegna di musica da cameradal 27 al 30 dicembre 2015
Arte e artigianato
MIGRANTES PER LEUROPADopo il grande successo a Cagliari la mostra itinerante toccherà altri comuni della Sardegna
GIOIELLI DI PANE E OROLa creatività di Francesca Bellu
100 ANNI NEL SEGNO DI GALEPA Casale di Pari si ricorda la figura di Galep celebre fumettista di origini sarde.
LASSA SAS BRULLAS DI LORENZO VACCA Il 5 Agosto a Lodine
MAGIA E POESIA DEL VINOConcorso di pittura estemporanea
Mangiare
RISTORANTE LOUNGE BAR AND DELIUn mix di eccellenze targate Sardegna per l’Aqua Lounge
SA MANDRA AGRITURISMO
Ristorante trattoria Balcana
Seadas e ravioli sardi di patate formaggio e menta in Indonesia
Il ristorantino di Bosa VerdeFiume
Dormire
OLIVASTRI E LENTISCHI MILLENARIPer una vacanza in pieno relax sul lago di Liscia.
IL MIGLIOR RESORT MEDITERRANEO 2014Chia Laguna Hotel premiato al World Travel Awards
HOTEL RIVIERA
LA NOSTRA TERRASardigna
Settimana del Baratto 18-24 Novembre 2013. Ecco tutti i B&B aderenti in Sardegna
Archeologia
NURACHI o NURAXINIEDDUVarie tipologie nuragiche.
IDEE INNOVATIVE PER VIAGGI DI ISTRUZIONE E GITE SCOLASTICHELaboratori didattici per le scuole e per le famiglie
BENTORNATI A CASANurnet  e il gruppo Archeologia della Sardegna acquistano quattro bronzetti alla vergognosa asta di Londra.
A MONTE PRAMA UN ALTRO GIGANTEStraordinario: stavolta è intero
GIGANTI DI PRAMA TRA TOMBAROLI E NUOVE STATUE
Storie e leggende
PERCHE I SARDI BEVONO COSI TANTA BIRRA?
SU TIRAZZU
Sas dies imprestadas ed i giorni della merla
La breve emigrazione della mia famiglia. Stralci di ricordi
Rivivere la storia
Musica e poesia
TUTTO PRONTO PER IL PREMIO ANDREA PARODI 2015Un fitto programma dall8 al 10 Ottobre a Cagliari.
AL VIA IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso italiano di World Music
FABRIZIO DE ANDR CANZONI NASCOSTE STORIE SEGRETE.Il libro di Walter Pistarini
SCADE IL 31 LUGLIO IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso Italiano di World Music
TRACCE DI TE VIAGGIO NELLA MUSICA DI FRANCESCO RENGAIl legame del cantautore alla Sardegna nel ricordo della madre.
Luoghi da vedere
UN VIAGGIO A TINNURAConosciuto come il paese dellarte
LA MINIERA DI MONTE VECCHIO
PERCHE’ VISITARE PATTADA?
LISOLA DI MAL DI VENTRE
SARDEGNA IN CAMPEGGIOSegreti per un viaggio a 5 Stelle
Sub e nautica
IL CAPODOGLIO ALBINO NEL CANYON DI CAPRERA
IMMERSIONE NELLA GROTTA DI NEREO
LA NAVE DELLISOLA DEI CAVOLI
DUE FOTO DEL MARE SARDO VINCONO PREMIO INTERNAZIONALE
Il Relitto del Clan Ogilvie