Sardinia In, periodico di cultura, informazione e turismo sulla Sardegna. Testata giornalistica in corso di registrazione. Direttore Responsabile Alessandra Conforti.
Ultime Notizie:
Strip Sinistra
Strip Destra
Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   
Condividi nei social network   
ARCHIVIO




SPIAGGIA DI CALA BANANA
sardegna (olbia-tempio) golfo aranci

pubblicato il 31/05/2014 15:37:09 nella sezione "Spiagge"
SPIAGGIA DI CALA BANANA
Foto da: (www.sardinianbeaches.com

La spiaggia di Cala Banana è situata nella località di Cala Banana e Nodu Pianu, a pochi chilometri dal comune di Golfo Aranci al confine con Olbia.

Cala Banana, ed è conosciuta anche con l’antico nome di Su Polt’ è sa paza, per questa spiaggia le caratteristiche sono la sabbia fine e bianca con sfumature che tendono al grigio e la presenza di piccoli scogli.

La spiaggia di Cala Banana, Golfo Aranci, è una spiaggia libera e da un lato perzialmente attrezzata con un lido, è presente un chiosco bar ed un noleggio gommoni e canoe.

La spiaggia di Cala Banana è separata dalla spiaggia di Nuodu Pianu da alcuni scogli, facilmente superabili tramite un sentiero sabbioso, che passa vicino al pontile.

Leggi per intero >

SARDEGNA:
The Spirit of an Ancient Island. The art and Architecture of Pre-Nuragic and Nuragic Cultures
sardegna (medio campidiano) barumini

pubblicato il 31/05/2014 15:13:17 nella sezione "Eventi e feste"
SARDEGNA:The Spirit of an Ancient Island. The art and Architecture of Pre-Nuragic and Nuragic Cultures
Presentazione del libro e inaugurazione della mostra
Sabato 7 giugno p.v. alle ore 17.00, presso il Centro di Comunicazione e Promozione del Patrimonio Culturale “Giovanni Lilliu” in viale Su Nuraxi a Barumini, saranno presentati il libro e la Mostra fotografica dall’omonimo titolo “SARDEGNA, the Spirit of an Ancient Island. The art and Architecture of Pre-Nuragic and Nuragic Cultures” di Sandra Davis Lakeman.
L’evento, si inserisce nell’ambito della promozione di iniziative culturali, che la Fondazione Barumini Sistema Cultura si propone di sostenere, rivolte alla valorizzazione di diverse discipline artistiche tradizionali e alla sperimentazione di nuove avanguardie votate alla valorizzazione delle identità isolane.
«La fotografia, per me, è un metodo per registrare e comunicare quegli elementi della natura e del mondo costruito che trovo belli e significativi. Questo lavoro onora la profonda presenza di arte e architettura in ciò che è banale come in ciò che è elegante: la terra e la luce naturale, l'ambiente e le forme atmosferiche della natura quali aria, sole, luna, stelle, vento e pioggia. Più che dal semplice oggetto, l'unità è costituita dalla luce naturale e dall'oggetto stesso, e questo è ciò di cui tratta questo lavoro.
Essa riguarda la scoperta delle qualità mistiche, simboliche, astratte e metaforiche, emotive, spesso struggenti o nostalgiche, nell'espressione di un'idea.
É un tentativo di catturare, attraverso la fotografia, l'atmosfera e il vagare della luce naturale e il movimento del tempo in un senso del luogo. Questo metodo può comportare un racconto in cui le immagini parlano da sole, in una forma di poesia della luce. Questo approccio umanistico di catturare tutti gli archetipi architettonici rimasti nei siti archeologici è uno sforzo per esprimere le componenti culturali e spirituali condensate al loro interno, quando il popolo nuragico effettivamente li costruì ed abitò. Ponendo l'immutabile e sempiterna luce naturale quale soggetto primario e gli elementi della natura che danno il loro contributo, si arriva ad una interpretazione della vita come è stata vissuta migliaia di anni fa. L'occhio della mia mente vede la transitoria luce naturale come il simbolo dello spirito dei Nuragici mentre si muovevano attraverso i loro ambienti. Le pietre e gli spazi che ancora manifestano quella preveggente atmosfera sono rappresentati con la forza, la vitalità e l'incredibile mole di quella caratteristica, magistrale società»(Sandra Davis Lakeman).
La mostra rimarrà aperta fino al 30 agosto 2014, tutti i giorni, con orario continuato dalle 10.00 alle 20.00 presso il Centro di Comunicazione e Promozione del Patrimonio Culturale “Giovanni Lilliu” in viale Su Nuraxi a Barumini.




Leggi per intero >

FESTIVAL LETTERARIO DELLA SARDEGNA XI EDIZIONE
Gavoi, 4 – 6 Luglio 2014
sardegna (nuoro) gavoi

pubblicato il 30/05/2014 09:31:30 nella sezione "Musica e poesia"
FESTIVAL LETTERARIO DELLA SARDEGNA XI EDIZIONEGavoi 4  6 Luglio 2014
Inaugurazione giovedì 3 Luglio 2014
Preludio 14 e 15 Giugno 2014

Gavoi, 29 maggio 2014 – Le storie ci scelgono senza chiedere nulla in cambio. Si lasciano vivere, cullare, deformare a piacimento. Sono immortali per chiunque le faccia proprie, tenendole per sé o riversandole nel mondo. Nell’Isola, che di storie si nutre, la magia del racconto si ritrova, ancora una volta, al Festival Letterario della Sardegna dove la condivisione è un piacere irrinunciabile.

La novità di questa XI edizione è un Preludio al Festival, sabato 14 e domenica 15 Giugno, sempre a Gavoi, con l’incontro con la scrittrice Silvia Avallone e l’inaugurazione di alcune mostre che resteranno aperte fino a Luglio. Il Festival inaugura ufficialmente giovedì 3 Luglio con il “Concerto per l’Europa a Gavoi”, nato dalla sinergia con gli Istituti di Cultura stranieri e coordinato per la prima volta dall’Istituto di Cultura Polacco di Roma. Anche per questa seconda edizione del progetto, i musicisti coinvolti saranno ospitati in residenza, una settimana prima del Festival, per ideare una composizione musicale originale che verrà eseguita in anteprima alla serata di apertura. Ogni musicista porta con se le proprie radici sonore, una “particella” della cultura del proprio paese, che sarà presente nelle composizioni d’autore elaborate da ognuno appositamente per il concerto. Partendo da mondi culturali molto diversi, fra l’Inghilterra, la Germania, l’Austria, l’Italia, la Polonia e la Romania, gli artisti s’incontrano nel mondo della musica che permette di parlare in una lingua – la lingua dei suoni.

Il programma prevede, come sempre, un ricco calendario di appuntamenti, per un pubblico di ogni età, con numerosi protagonisti, anche internazionali, che per tre giorni animano le piazze e i giardini del paese. Tra gli ospiti del mattino: le scrittrici Caterina Bonvicini, Dolores Savina Massa, Paola Soriga ed Elvira Serra che aprono le giornate di Festival con l’incontro Dal Balcone, quest’anno tutto al femminile.

Sul palco assolato degli incontri di mezzogiorno salgono Carlo Lucarelli e Riccardo Chiaberge – impegnati in un inedito dialogo sulla Grande Guerra, a cento anni dall’inizio del primo conflitto mondiale, e su Guglielmo Marconi – e il designer Flavio Manzoni,
attuale Direttore del design in casa Ferrari, insieme al noto stilista Antonio Marras per parlare di “Meccanica del Bello”. Le due giovani voci Chiara Valerio e Vincenzo Latronico, già molto note nel panorama culturale italiano, si confrontano, invece, sulla
differenza tra “scrittura contemporanea” e “scrittura attuale”.

Protagonisti dei Reading pomeridiani sono, invece, l’attore Gioele Dix con il suo “Quando tutto questo sarà finito”, lo scrittore Marco Vichi, e Matteo B. Bianchi, scrittore, editor e autore di alcuni programmi radio e tv di successo tra cui Dispenser e Victor Victoria. Sempre nel pomeriggio, per l’appuntamento Altre prospettive, sono attesi l’autore romeno Cezar Paul-Bedescu, insieme agli italiani Fabio Stassi, autore del libro “Come un respiro interrotto” uscito quest’anno, Andrea Delogu e Andrea Cedrola, coautori de “La collina”, e il giornalista e scrittore Stefano Tura.

Assolutamente da non perdere gli incontri serali Storie di altri luoghi – momento tra i più amati dal pubblico dell’Isola – con tre importanti scrittori internazionali: la tedesca Katja Lange-Müller, l’islandese Auður Ava Ólafsdóttir – autrice di “Rosa candida” e “La donna è un’isola” – di cui è in uscita a Giugno, per Einaudi, l’ultimo libro dal titolo “L’eccezione”, e Romain Puértolas, diventato un caso letterario in Francia e pubblicato in tutto il mondo con il suo esordio letterario “L’incredibile viaggio del fachiro che restò chiuso in un armadio Ikea”.

Chiudono, invece, le giornate di Festival due appuntamenti dedicati all’attualità: Povera Patria in cui duettano Chiara Valerio e Walter Siti, e Oltre Cortina, con Sigitas Parulskis, uno dei più importanti scrittori lituani, e la giornalista e scrittrice austriaca
Susanne Scholl. Da segnalare, inoltre, come per il secondo anno consecutivo, il Comune di Lodine si renda protagonista accogliendo, nella sua splendida piazza panoramica, l’incontro della domenica che ha quest’anno come ospite il collettivo Wu Ming con il suo “L’armata dei sonnambuli”.

Si rinnovano in questa XI edizione anche due momenti di confronto tra adulti e ragazzi, inaugurati lo scorso anno per festeggiare i 10 anni dell’Isola delle Storie: Quando ero piccolo con i reading di Elvira Serra e Paola Soriga e gli incontri Nelle terre di Mezzo di cui è ospite, tra gli altri, Lorenzo Cecioni per parlare del libro “Un giorno sull’isola” scritto insieme alla madre Concita De Gregorio.

Gli omaggi che, come da tradizione, precedono molti degli incontri in calendario, sono quest’anno dedicati a William Shakespeare, Gabriel García Márquez, Wislawa Szymborska. Alla poetessa polacca – oltre alla mostra di Collage – è dedicato anche il
documentario presentato sabato 5 nello spazio cinema dalla regista Katarzyna Kolenda-Zaleska e dal Presidente della Fondazione Szymborska, Michal Rusinek.

Il programma ragazzi – curato da Teresa Porcella insieme all’Associazione Scioglilibro e in collaborazione con la Biblioteca Satta di Nuoro e il Centro Servizi Bibliotecari di Cagliari – ha come tema “Giochi di parole, parole in gioco”, l’idea è quella di divertirsi a vedere come le parole possano aprire varchi alla fantasia utilizzando canali diversi – sonorità, senso, immagine – singolarmente oppure tutti insieme. A tale fine sono previsti numerosi laboratori creativi, per permettere a bambini e ragazzi di ogni età di cimentarsi e confrontarsi nelle diverse discipline: illustrazione, narrazione, scultura, arte e danza.

Ad arricchire il cartellone, uno spazio cinema – a cura di Skepto International Film Festival, con proiezione di corti d’autore da tutto il mondo – e alcune mostre, tra cui una selezione della 31a edizione de Le immagini della Fantasia a cura di Monica Monachesi. In scena vanno, invece, A filo del cielo di e con l’argentino Jorge Luján, che in modo poetico unisce
alla scrittura, musica, video ed immagini, e lo spettacolo con i bambini di Gavoi curato da Santo Pappalardo, ideatore, insieme a Roberta Balestrucci e ai bambini delle elementari, anche di un video di animazione in stop motion realizzato durante i giorni della
kermesse.

Da non mancare gli appuntamenti pomeridiani che vedono come protagonisti, l’attore, regista ed esperto in animazione teatrale Giorgio Scaramuzzino, con l’incontrospettacolo Questa zebra non è un asino, Janna Carioli e Sonia Maria Luce Possentini,
vincitrici del Premio Pippi con il bellissimo Alfabeto dei sentimenti, e Jorge Luján con l’illustratrice Elena Baboni nell’incontro Il misterioso mondo dei segni, dedicato alla creazione poetica collettiva.

Sono numerose anche le mostre che accompagnano il pubblico nei tre giorni di Festival.
Negli spazi del Museo Comunale, ex Casa Lai, sono ospitati due importanti progetti espositivi: I Collages di Wislawa Szymborska, mostra curata da Sebastian Kudas in occasione del 91° anniversario della nascita della poetessa polacca, Premio Nobel per la
letteratura nel 1996, e realizzata grazie alla collaborazione con l’Istituto Polacco di Roma e la Fondazione Szymborska, che presenta 25 collages creati dalla poetessa nell’arco della sua vita. La rinnovata collaborazione con il Museo MAN di Nuoro porta, invece, a Gavoi Orizzonte in Italia, un progetto concepito in due tappe: la prima a Gavoi, in cui viene presentato il lavoro di Antonio Rovaldi nato dal viaggio compiuto in bicicletta nel 2011 lungo tutto il perimetro della penisola per fotografare la linea dell’orizzonte, da confine a confine; la seconda a Nuoro, negli spazi del museo, prevista per il mese di febbraio.

Sempre negli stessi giorni, il MURATS, Museo Unico Regionale dell’Arte Tessile Sarda, e il Comune di Samugheo, presentano L’Isola dei tessuti, una selezione di preziosi manufatti appartenenti alla Collezione del Museo, databili in un periodo compreso tra la fine del 1700 alla prima metà del 1900 la cui provenienza rappresenta le diverse zone della Sardegna. La mostra è completata dal progetto dell’artista sassarese Pier Paolo Luvoni che presenta una serie di lavori incentrati proprio sull’arte tessile sarda.

Infine, come ogni anno, la mostra Istranzadura di Daniela Zedda, un diario a cielo aperto che si dipana tra le strade del paese raccontando i primi dieci anni di Festival attraverso i ritratti dei suoi protagonisti.
Prosegue anche il progetto Raccontami La Tua Impresa nato dalla collaborazione tra l’Associazione L’Isola delle Storie e la Camera di Commercio di Nuoro con lo scopo di raccontare e promuovere il territorio e la provincia, attraverso la voce e le immagini di chi abita, vive e lavora in questi luoghi. Oltre ai video realizzati con le aziende coinvolte in questa edizione, sono in mostra anche alcuni oggetti e creazioni che ne rappresentano lo spirito.
Si rinnova poi in questa XI edizione la collaborazione con BAM Design che cura le scenografie dei palchi del Festival e – in collaborazione con la grafica Sabina Era – allestisce la piazza centrale del paese con virgole d’acciaio, punti interrogativi in metallo ossidato, asterischi e parentesi che si trasformano in sedute e tavolini.

Infine, grazie alla rinnovata collaborazione con Tiscali media partner – e Moovioole media technical partner – è possibile seguire anche via web i principali appuntamenti e incontri che saranno trasmessi in diretta streaming.
Il Festival è organizzato dall’Associazione Culturale l’Isola delle Storie, con il Patrocinio della Presidente del Consiglio Regionale della Sardegna, e con il sostegno di Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato alla Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport della Regione Sardegna, Assessorato Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Sardegna, Comune di Gavoi, Camera di Commercio, Industria Agricoltura Artigianato di Nuoro, Fondazione Banco di Sardegna, Banca di Sassari, Enel, Bim Bacino Imbrifero Montano del Taloro, Comune di Lodine, Provincia di Nuoro.
Leggi per intero >

TUTTI A CAGLIARI AL PASTA MADRE DAY
sardegna (cagliari) cagliari

pubblicato il 30/05/2014 08:48:57 nella sezione "Enogastonomia"
TUTTI A CAGLIARI AL PASTA MADRE DAY
dal 31 maggio 2014 ore 10:30 al 31 maggio 2014 ore 18:00

Riportare nella nostra quotidianità la gioia del pane fatto in casa

10.30 PRESENTAZIONE

10.45 SEMINARIO SULLE FARINE, con Paolo Vinci (ricercatore di Tecnologie alimentari).

11.30 MINI CORSO DI PANIFICAZIONE dimostrativo (richiesta iscrizione e prenotazione ed un contributo libero per le spese).

12.30 APERITIVO con stuzzichini a LIEVITAZIONE NATURALE.

14.45 SEMINARIO SULLE FARINE, con Paolo Vinci (ricercatore di Tecnologie alimentari).

15.30 MINI CORSO DI PANIFICAZIONE dimostrativo (richiesta iscrizione e prenotazione ed un contributo libero per le spese).

16.00 DEGUSTAZIONE di prodotti dolci e salati LIEVITATI NATURALMENTE.

PER TUTTA LA GIORNATA: spaccio gratuito di lievito madre, anche senza glutine, informazioni e consigli.

Per avere la pasta madre basta portare un barattolino di vetro.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
Leggi per intero >

SPIAGGIA MARI PINTAU
sardegna (cagliari) quartu sant'elena

pubblicato il 28/05/2014 19:12:36 nella sezione "Spiagge"
SPIAGGIA MARI PINTAU
La spiaggia di Mari Pintau si trova a circa 20 Km da Cagliari. Il nome rimanda ai magnifici colori che la caratterizzano e la fanno apparire quasi un dipinto.
Bellissima spiaggia della costa cagliaritana, fa parte del Comune di Quartu S. Elena. Il nome Mari Pintau ("mare dipinto") rispecchia la sua bellezza, in quanto se ammirato dall'alto sembra dipinto. Il suo fondale è basso, sabbioso e cristallino.
Leggi per intero >

ECO MANIFESTAZIONE PER LA SAGRA DEL PANE TIPICO GONNESE
sardegna (medio campidiano) gonnosfanadiga

pubblicato il 28/05/2014 19:02:30 nella sezione "Enogastonomia"
ECO MANIFESTAZIONE PER LA SAGRA DEL PANE TIPICO GONNESE
La “Sagra del Pane Tipico Gonnese”, nell’edizione 2014, si trasforma in una eco manifestazione e punta a minimizzare gli impatti negativi sull’ambiente ed esercitare un’influenza positiva sulla comunità. Saranno numerosi i benefici in termini di risparmio energetico ed economico, derivati dall’abbattimento degli sprechi e dal minor utilizzo di risorse naturali.
"PROGRAMMA

La Sagra del Pane Tipico Gonnese si fregerà della certificazione ISO 20121

FONTANA PUBBLICA: la manifestazione si arricchisce dell’installazione di una fontana pubblica, con erogazione di acqua liscia e gasata per tutti i visitatori e che sarà utilizzata per tutto l’anno dai cittadini di Gonnosfanadiga.

ECO CATERING: i prodotti tipici del Medio Campidano saranno degustati utilizzando stoviglie in materiale biodegradabile: piatti, bicchieri e coppette. I cooking show e tutte le attività culinarie si realizzeranno tramite l’utilizzo di piatti in porcellana, bicchieri in vetro e posate in acciaio.

EROGATORI D’ACQUA: la manifestazione si arricchisce dell’utilizzo di erogatori di acqua che saranno posizionati in maniera ben visibile all’interno della Fiera Mercato e che consentiranno di ridurre la produzione di imballaggi in plastica derivata dal consumo di acqua in bottiglia.

BIKE SHARING: per tutta la durata della manifestazione i visitatori potranno cimentarsi in una sana pedalata per le vie di Gonnosfanadiga, grazie alle 15 biciclette messe a disposizione.

RIFIUTI: la quantità di rifiuti non riciclabili sarà notevolmente ridotta grazie all’utilizzo di stoviglie in materiale biodegradabile e compostabile. All’interno e all’esterno della Fiera Mercato saranno dislocati, in modo visibile e facilmente accessibile, i contenitori per la raccolta differenziata:
- bidone per la raccolta dell’umido con sacco compostabile;
– bidone per la raccolta di vetro e lattine;
– bidone per la raccolta della plastica;
– bidone per la raccolta del secco non riciclabile.
Leggi per intero >

A GUASILA SECONDO APPUNTAMENTO DEDICATO A SA DIE

pubblicato il 28/05/2014 13:23:56 nella sezione "Eventi e feste"
A GUASILA SECONDO APPUNTAMENTO DEDICATO A SA DIE
Giovedì 29 maggio al Teatro Fratelli Medas si conclude il ciclo di due appuntamenti organizzato da Figli d’Arte Medas e incentrato su Sa Die de sa Sardigna. La rivoluzione sarda contro il malgoverno piemontese al centro dell’incontro culturale e di spettacolo.

Ancora cultura e spettacolo a Guasila nella seconda giornata dedicata a Sa Die de sa Sardigna. Dopo il primo incontro, un omaggio alla figura di Giovanni Maria Angioy, l’Associazione Figli d’Arte organizza un nuovo evento dal titolo “Sa Die de Sa Sardigna - l’Età delle Rivoluzioni in Sardegna”.

IL PROGRAMMA La giornata è suddivisa in due momenti. Alle ore 19 il convegno dal titolo Il Triennio Rivoluzionario Sardo - L’Età delle Rivoluzioni in Sardegna. Prevista la partecipazione di due esperti di lingua sarda come l’operatore culturale Ivo Murgia e lo storico e scrittore Frantziscu Casula. Alle ore 21 il dibattito lascerà spazio alla rappresentazione teatrale La Grande Madre - Contus e Cantus dall’Isola - La Rivoluzione Sarda, narrazione con canti e musiche scritta e interpretata da Gianluca Medas con l’accompagnamento musicale della Grande Madre Band (Andrea Congia - chitarra classica; Mauro Spiga - strumenti tradizionali sardi; Marco Loddo - basso elettrico; Roberto Matzuzzi - batteria/percussioni).
Lo spettacolo è incentrato su un importante momento storico per il nostro popolo: la significativa lotta collettiva contro il malgoverno piemontese nell’orizzonte delle rapide e profonde trasformazioni politiche, economiche e sociali in atto in tutta Europa e nel Mondo.

LA GRANDE MADRE La Grande Madre è lo show di punta della programmazione artistica 2014 di Figli d’Arte Medas. Dopo la trasmissione su Videolina e i primi spettacoli live, il tour estivo della Compagnia guasilese sarà dedicato alla messa in scena della rappresentazione che racconta la cultura popolare sarda attraverso forme artistiche differenti.



Leggi per intero >

MOBY, AL VIA L'OPERAZIONE ESTATE
Sconti e corse rapide per la Sardegna

pubblicato il 27/05/2014 19:21:53 nella sezione "News e curiosità"
MOBY AL VIA LOPERAZIONE ESTATESconti e corse rapide per la Sardegna
Via all’operazione estate di Moby per i collegamenti tra la Sardegna con Civitavecchia, Genova e Piombino: aumentano le corse e diminuiscono le ore di viaggio anche grazie alle partenze diurne. Per la tratta Civitavecchia-Olbia si comincia dal 29 maggio....LEGGI ARTICOLO INTERO
Leggi per intero >

MAKE IN SARDINIA: CREATIVI, FATEVI AVANTI!

pubblicato il 27/05/2014 18:52:01 nella sezione "News e curiosità"
MAKE IN SARDINIA: CREATIVI FATEVI AVANTI!
Sardegna Ricerche, in occasione di SINNOVA 2014, il secondo salone dell'innovazione in Sardegna, lancia una gara di creatività dedicata a tutti i maker dell'Isola. L'iniziativa ha l'obiettivo di premiare la creatività e l'ingegno degli artisti, creativi, e artigiani per passione e di condividere i risultati dei loro progetti con il pubblico nel corso della manifestazione SINNOVA, che si terrà a Cagliari il 27 e 28 giugno 2014.

Cinque sono le aree tematiche di riferimento per le proposte progettuali:
- salute
- design
- green
- agroalimentare
- hi-tech.

La competizione si svolgerà in diverse fasi: i partecipanti dovranno dapprima inviare un prototipo concettuale e, successivamente, agli ideatori dei 20 progetti selezionati dalla commissione (4 per ogni area tematica) sarà offerta l'opportunità di realizzare il prototipo fisico utilizzando le attrezzature e macchinari a disposizione nel FabLab Sardegna Ricerche. La commissione selezionerà infine i cinque migliori prototipi concettuali o prototipi realizzati, uno per area tematica.

I 20 maker che avranno superato la prima fase della competizione riceveranno l'iscrizione annuale al FabLab Sardegna Ricerche e avranno uno spazio espositivo in occasione di SINNOVA. Ai cinque vincitori andrà un premio pari a 8.000 euro.

Ai premi della commissione se ne affiancherà un sesto, assegnato dalla community Sinnova Sardegna, che sarà inaugurata a breve. Gli utenti della community avranno l'opportunità di votare il loro progetto preferito, e all'ideatore di quello più votato andrà un premio di 2.500 euro.

Possono partecipare all'iniziativa persone fisiche residenti in Sardegna, singolarmente o in gruppi.

La prima fase della competizione avverrà per via telematica mediante la compilazione di un modulo online attivo a partire dalle ore 12:00 del 22 maggio 2014 e fino alle ore 17:30 del 2 giugno.




Leggi per intero >

IL TARTUFO DI SARDEGNA

pubblicato il 27/05/2014 18:29:24 nella sezione "Enogastonomia"
IL TARTUFO DI SARDEGNA
Che la Sardegna sia una terra meravigliosa per chi ama i funghi già si sa, crescono infatti alcune delle specie più prelibate d’Italia, il Porcino Nero, l’Ovolo, il Gallinaccio e tanti altri, ma forse pochi sanno che in Sardegna tra le tante specie trova posto anche il Tartufo.
" Il 15 Giugno tutti alla sagra del tartufo di Laconi

Sì avete capito bene, il Tartufo sardo, precisiamo che come tutti i Tartufi non è semplice da trovare, ma è presente nelle nostre campagne in alcune zone della Sardegna è addirittura raccolto da alcuni anni ed è entrato a far parte della cucina tipica, ed allora vacanze in Sardegna a caccia di tartufi???? Perché no!!!!
Nei tacchi calcarei del Sarcidano, la mappa e questa, nel triangolo compreso tra Laconi, Nurallao e Villanova Tulo, li si cela il prezioso e difficile da scovare Tarfufo.
Si trova soprattutto nei boschi di Laconi ed in particolare in quelli prossimi a Santa Sofia dove ogni anno vengono cavati quintali di tuberi.
Le specie più diffusa è lo scorzone (Tuber aestivum) o Tartufo nero estivo che matura tra giugno e settembre sotto querce, faggi, pioppi, noccioli e pini; si riconosce per la scorza nera caratterizzata da grandi verruche e un odore gradevole e delicato. Ma sono presenti anche altre varietà di questi funghi sotterranei, in particolare il bianchetto o marzuolo (Tuber borchii), che cresce da gennaio ad aprile e somiglia molto al pregiato Tartufo bianco, ma se ne differenzia per la polpa di colore rosso-bruno scuro; il nero di Norcia (Tuber melanosporum) che matura alla fine di ottobre, di colore nero-violaceo e con una polpa molto scura; infine il Tartufo nero d’inverno (Tuber brumale) che viene raccolto tra gennaio e marzo.

Crescono in maniera naturale, in simbiosi con le piante di leccio, roverella e non è facile trovarli. È necessario essere cercatori esperti e utilizzare la grande capacità olfattiva dei cani, che appositamente addestrati, individuano i preziosi tuberi e ne consentono la raccolta senza danneggiare le radici degli alberi. Purtroppo non tutti i cercatori operano in modo corretto; non è infrequente imbattersi nei predoni dei boschi, personaggi che muniti solo di zappe cercano i preziosi tuberi in maniera indiscriminata, creando gravi danni all’ecosistema.
La Sagra del Tartufo che si svolge a Laconi nel mese di giugno riscuote sempre un notevole successo, così come le degustazioni che i cercatori propongono in giro per la Sardegna, in occasione di feste e sagre.
Vi segnaliamo infine un ristorante, chiamato indovinate un po ” Il Tartufo”, si trova nella splendida area di Su Dominariu a Santa Sofia e nel quale è possibile degustare vari piatti con base del prezioso alimento tutto made in Sardegna.
"Bar-Ristorante Il Tartufo Borgata Santa Sofia, frazione di Laconi Cell +39 328 06 65 110 +39 340 36 30 123

Leggi per intero >

" 365 PAOLO FRESU, IL VIAGGIO DI UN TEMPO"
A Firenze l'anteprima mondiale del film

pubblicato il 27/05/2014 18:01:40 nella sezione "Circoli Fasi"
 365 PAOLO FRESU IL VIAGGIO DI UN TEMPOA Firenze lanteprima mondiale del film
Riferisce Mattia Lilliu Responsabile Comunicazione ACSIT

l'Associazione Culturale dei Sardi in Toscana vi invita all'anteprima mondiale del film documentario "365 Paolo Fresu, il viaggio di un tempo" di Roberto Minini-Meròt mercoledì 4 giugno alle 21.30 presso lo Spazio Alfieri in via dell'Ulivo, 6 a Firenze.

L'evento, organizzato da Spazio Alfieri e Festival del viaggio in collaborazione con ACSIT e con il patrocinio della Regione Autonoma di Sardegna e F.A.S.I., celebra il talento del jazzista sardo Paolo Fresu, uno tra i maggiori musicisti a livello europeo. La sua tromba e il suo filicorno sono gli strumenti con i quali si cimenta nei concerti tradizionali, utilizzando gli strumenti musicali per modificare il suono, oppure collabora in progetti che hanno spesso un rapporto intenso con la sua terra, la Sardegna.

La proiezione, dopo i consueti saluti della Presidente ACSIT Fiorella Maisto, sarà introdotta dal regista del film Roberto Menini-Merò.

Leggi per intero >

UN’EMOZIONE UNICA NEI TORNANTI CHE PORTANO A MONTECAMPIONE: FABIO ARU, UN TRIONFO STRAORDINARIO

pubblicato il 26/05/2014 00:28:20 nella sezione "Sport e natura"
UN’EMOZIONE UNICA NEI TORNANTI CHE PORTANO A MONTECAMPIONE: FABIO ARU UN TRIONFO STRAORDINARIO
di Massimiliano Perlato

Da pelle d’oca, una emozione straordinaria. Nella giornata in cui sotto casa in piena Brianza ho atteso con gioia il passaggio della carovana del Giro d’Italia, cercando fra le formichine sulla bicicletta, l’esile figura di Fabio Aru, classe 1990 da Villacidro, ecco che la giovane promessa del ciclismo italiano firma un’epica impresa nell’arrivo a Montecampione. Quell’arrivo che nelle competizioni degli scorsi anni aveva visto il trionfo di Bernard Hinault e Marco Pantani. Personaggi che poi hanno fatto la storia del ciclismo. Per me Fabio non è una sorpresa visto che anche la scorsa stagione il corridore sardo fece una buona annata e si mise in mostra con delle prestazioni di qualità. Quest’anno intimamente aspettavo la sua esplosione ed ora il corridore dell’Astana è pronto a dichiarare battaglia inserendosi al quarto posto della classifica generale e soprattutto, opzionando per il suo futuro, straordinarie imprese. Non è ancora riuscito a prendersi la maglia bianca come miglior giovane (dove è secondo il classifica) visto la presenza di Majka. Perde ancora terreno Uran, la maglia rosa di leader, che anche oggi ha cercato di andare al suo passo e di perdere il meno possibile in vista della terza e ultima settimana di corsa. Perde lucidità anche Evans che resta sì secondo, ma sembra essere lontanissimo dalla forma avuta durante la prima settimana quando sembrava aver già chiuso il Giro. La giornata parte con la fuga da lontano tentata da un gruppetto di 12 corridori che provano a cercare la gloria in una delle tappe più importanti della Corsa Rosa. Con il passare dei km il gruppo maglia rosa rimonta e a questo punto arriva lo scatto decisivo di Hansen che si lascia dietro i compagni di fuga per tentare l’assalto vincente. Il corridore della Lotto viene però raggiunto e superato da Cardoso, ma lo stesso portoghese viene poi raggiunto dalla maglia blu Arredondo che si era lasciato alle spalle il gruppo maglia rosa grazie al contributo di Felline. I due però non riescono ad andare oltre e in testa si forma una nuova coppia, quella composta da Rolland e Deignan.Dietro ci sono i fuochi d’artificio: Aru scatta ai 2,2 km dal traguardo con Uran che prova ad inseguire ma il colombiano si stacca presto e per Fabio è il momento del trionfo con l’arrivo a mani levate a Montecampione.
Leggi per intero >

LE DIECI SPIAGGE PER CANI IN COSTA SMERALDA E NORD SARDEGNA

pubblicato il 24/05/2014 16:59:04 nella sezione "Spiagge"
LE DIECI SPIAGGE PER CANI IN COSTA SMERALDA E NORD SARDEGNA
In Italia il turismo con i propri animali domestici è in aumento, si stima infatti che un italiano su 4 viaggi insieme al suo animale da compagnia. Quando si decide di essere dog friendly è buona norma stilare un regolamento interno che deve essere approvato dal cliente prima del suo arrivo nella struttura ricettiva. Il regolamento interno è totalmente a discrezione dell’Albergatore e può riguardare diversi contenuti come per esempio: le norme di comportamento interno della struttura ( guinzaglio museruola sacchettino igienico), può delineare quali tra le zone comuni siano di libero accesso agli animali; si può decidere in merito alle pulizie delle camere e/o appartamenti; si può decidere ad esempio se i clienti proprietari di animali possono lasciare i propri animali soli nella loro stanza.
E’ buona norma richiedere in anticipo una polizza assicurativa che copra eventuali danni arrecati a persone, congeneri o cose. Si possono offrire diversi servizi tra i quali dog and catsitting, si devono fornire numero ed indirizzo delle strutture veterinarie che forniscano un servizio di gestione emergenze veterinarie. Si possono fornire ciotole, sdraiette, cuscini… si possono fornire ad esempio alimenti speciali. Per rendere più facile la permanenza e la vacanza ai clienti proprietari di animali si può preparare una brochure contenente le informazioni utili oltre che le varie attività che si può proporre come, ad esempio, l’elenco delle spiagge, l’elenco di ristoranti, pizzerie, agriturismi che accettano animali; l’indicazione di escursioni adeguate.

Di seguito la lista de le dieci spiagge per cani in Costa Smeralda e nord Sardegna. Si consiglia di contattare in anticipo per i vostri clienti le varie spiagge in quanto sono a numero chiuso e d’estate è possibile non trovare posto. Le varie spiagge sono contattabili tramite il loro sito web oppure tramite l’Ufficio del Turismo del comune di appartenenza.

Porto Liccia (Costa Smeralda)
La Sciumara (Cannigione)
Spiaggia Lu Postu Strada per Baja Sardinia
Caprera Doggie Beach Porto Palma – Caprera La Maddalena OT cell: 3663933926 numero max cani accettati 15
Porto Fido Santa Teresa di Gallura spiaggia di Porto Quadro cell: 3406933636 info@portofido.com 25 postazioni
Palau Doggie Beach località Punta Nera
Doggie beach di San Teodoro spiaggia di Costa Caddu 25 postazioni
Olbia doggie beach spiaggia Le saline
Ira beach privè Spiaggia Ira – Loc. Porto Rotondo
Badesi Pirottu Li frati
Leggi per intero >

OROSEI SI CONFERMA PATRIA DEL CROSS TRIATHLON MONDIALE
sardegna (nuoro) orosei

pubblicato il 24/05/2014 15:54:00 nella sezione "Sport e natura"
OROSEI SI CONFERMA PATRIA DEL CROSS TRIATHLON MONDIALE
In gara la campionessa del mondo ITU del Cross Triathlon Erbenova e il vicecampione europeo Etu Cross Triathlon Alessio Picco

I migliori atleti mondiali ed europei del cross triathlon si sono dati appuntamento il 1 giugno ad Orosei dove ci sarà l’apertura della stagione ufficiale del circuito ETU 2014 del cross triathlon con la prima gara dell’European Cup Etu TNatura che sarà valido anche per l’assegnazione del titolo europeo 2014 "Cross Triathlon European Championship”.
Al suo ottavo anno consecutivo, Orosei si conferma come una delle gare più popolari del panorama del Cross Triathlon internazionale. Venerdì scadevano ufficialmente le iscrizioni, ma già da dieci giorni l’evento organizzato dall’Island Group di Sandro Salerno, ha fatto sold-out esaurendo tutti i posti bici a disposizione, e segnando un nuovo record per la manifestazione con cinquantatre atleti Elite, U23 e Junior iscritti, di cui 37 uomini e 16 donne provenienti da 16 paesi diversi. Tra loro molti campioni mondiali ed europei del triathlon off road che per confrontarsi sui 1,5 km di nuoto, 30km di mountain bike e 10 km di corsa hanno scelto lo spettacolare scenario dell’Oasi naturale di Biderosa.
Nel parterre degli atleti Elite al via ci saranno tutti top ten dell’ultimo campionato europeo di categoria; l’Italia sogna un titolo con l’azzurro Alessio Picco che al “Cross Triathlon European Championship” Etu 2013 di Wolfgangsee (Austria) aveva conquistato il secondo posto. Al suo fianco cresce l’attesa anche per i migliori triatleti italiani della specialità come Leonardo Ballerini, l’anno scorso secondo sul podio di Orosei e nono all’europeo austriaco e Mattia De Paoli campione italiano di specialità in carica, e settimo all’europeo. Gli azzurri dovranno guardarsi però da Jan Kubicek (CZE) che all’europeo 2013 arrivò terzo. Al podio puntano sicuramente anche i triatleti della nazionale belga Jim Thijs quarto all’ultimo europeo, e che ha il vantaggio di conoscere perfettamente la gara di Orosei a cui ha partecipato per la prima volta nel 2007. Il collega Kris Coddens (BEL) si presenta forte del quarto posto conquistato ai mondiali ITU 2013 di Kijkduin, Olanda. La starting list TNatura Italy 2014 potrà contare anche su altri sicuri protagonisti come l’austriaco Michael Szymoniuk, terzo sul podio di Orosei nel 2013 e lo slovacco Tomas Jurkovic sesto agli ultimi mondiali ITU.
Nel parterre degli atleti Elite spicca anche il nome dello sloveno Tadej Valjavec ciclista professionista dal 2000 al 2013 che ha partecipato a tre Olimpiadi (Sidney, Atene e Pechino), quattro mondiali (Lisbona, Hamilton, Salisburgo, Mendrisio), cinque Giri d’Italia (miglior piazzamento nel 2004 col 9° posto), due Tour de France (10° nel 2008) e due Vuelta. Da poco passato al cross triathlon, Valjavec nonostante i suoi 37 anni, punterà sulla sua esperienza per centrare un successo.
Al top anche anche la starting list femminile che può vantare la campionessa del mondo ITU in carica Helena Erbenova (CZE) e la campionessa europea ETU in carica Katrin Muller (GER). La tedesca l’anno scorso arrivata al traguardo di Orosei seconda dietro la svizzera Renata Bucher (SUI), vuole confermare il titolo ETU. Per la Bucher invece, come sempre presente nella starting list della gara sarda, quest’anno la speranza è di bissare il successo dello scorso anno, ma soprattutto l’alloro europeo che fu suo nel 2009 proprio sotto il traguardo di Cala Ginepro. In azzurro non mancano le speranze di successo soprattutto con l’azzurra Monica Cibin che all’europeo chiuse quinta subito dopo Carina Wasle (AUT) anche lei presente nella starting list di TNatura Italy 2014.
La gara di TNatura Italy, si svolge nell'incantevole Oasi di Biderosa, area protetta tra le più belle al mondo, che si estende per circa 532 ettari tra un suggestivo rincorrersi di verdi pinete, artistici rilievi granitici, ginepri secolari adagiati su litorali di finissima sabbia candida, incorniciati da una selvaggia macchia mediterranea location che con la sua unicità del paesaggio, ha fortemente caratterizzato l’evento nelle sue finalità distintive d'integrazione tra sport e natura e rendendo la gara di Orosei unica al mondo.
Manifestazione che, oltre ad essere valida per l'assegnazione del titolo europeo 2014 "Etu Cross Triathlon European Championship, sarà la prima gara dell’European Cup Etu TNatura che si svolgerà su quattro tappe e assegnerà un montepremi di 20.000 euro. La seconda gara del circuito si disputerà il 22 giugno a Predni Vyton in Repubblica Ceca, la terza il 13 luglio in Germania nella Foresta Nera, mentre la quarta e ultima tappa della Cup Europea di cross Triathlon sarà il 22 settembre a Pokljuka in Slovenia. Per concorrere al titolo assoluto Elite ed a quelli delle singole categorie Age Group, bisogna prendere parte ad almeno la metà delle gare iscritte a calendario. Ogni gara del circuito assegna un punteggio alle prime dieci posizioni della classifica Uomini e Donne sia Elite che Age Group.

Fonte: UFFICIO STAMPA TNATURA ITALY

Leggi per intero >

“ESSERE FANGO”
Personale di Mauro Podda
sardegna (medio campidiano)

pubblicato il 24/05/2014 15:26:12 nella sezione "Arte e artigianato"
ESSERE FANGOPersonale di Mauro Podda
Dal 23 maggio al 22 giugno 2014

l’uomo non può far niente. Quando abbiamo riscontrato che l’acqua ha fatto cader ponti, allagato terreni, distrutto tutto ciò che trovava di fronte, compreso provocare la morte di vite
umane io ho anche pensato che probabilmente “qualche” colpa umana c’era. Quando ho
incominciato a riflettere sul fatto che i canali fossero intasati, che vi fossero delle persone che vivevano in scantinati, che i ponti fossero stati riparati da poco tempo, allora ho pensato che la
colpa umana, forse, fosse più di “qualche”.
La natura madre, ma in questo caso matrigna ha colpa di questo disastro? “Anche, ma non solo”. La colpa è di chi ci amministra? “Anche, ma non solo”. Son queste alcune delle domande su cui ha riflettuto Mauro Podda, astraendo in arte la tragedia e dando un messaggio con le sue opere civile e sociale. E’ l’uomo l’oggetto d’indagine dall’artista. I dodici volti che compongono la comunità sono dodici umani che, differenti di aspetto, professione e identità, vengono divisi in
due sezioni, una rappresentante la nostra parte “bella” quella apparente e l’altra rappresentante
la nostra “anima nera”.
Così la materia alluvionale ricopre parte del volto di chi è Sindaco, Farmacista, bibliotecario, Tabaccaio, Carabiniere, Sacerdote, Vecchio o Giovane indistintamente facendoci capire che nonostante tutto “tutti siamo coinvolti e un po’ colpevoli.”
Mauro Podda con queste opere raffiguranti una comunità, fa uscire quell’anima nera, non
più catafratta nella nostra ipocrisia e identità, la rende esplicita rappresentandola con quella materia alluvionale che esce da noi stessi per distruggere la natura e infine il nostro stesso mondo.
Così questi volti vengono ricoperti di fango che parte dal nostro interno, come il fango che
distrugge le nostre case, i nostri campi e miete vittime umane.

di Giuseppe Manias – Biblioteca Gramsciana
Leggi per intero >

“COME UNA PIANTA DI CAPPERO”
Presentazione del libro di Massimo Granchi a Firenze.

pubblicato il 22/05/2014 23:36:10 nella sezione "Musica e poesia"
COME UNA PIANTA DI CAPPERO Presentazione del libro di Massimo Granchi a Firenze.
L'Associazione Culturale dei Sardi in Toscana, in collaborazione con Nardini Bookstore, e con il patrocinio di Regione Autonoma di Sardegna, F.A.S.I. e Radio Atividade Sardas, annuncia per sabato 7 giugno alle 18.00 la presentazione del libro “Come una pianta di cappero” di Massimo Granchi (0111Edizioni) presso la Libreria Nardini Bookstore all'interno de “Le Murate” in via delle Vecchie Carceri (angolo via dell'Agnolo) a Firenze.

"Massimo Granchi è nato a Cagliari nel 1974. Vive in provincia di Siena e lavora nel settore pubblico della formazione professionale. E’ sposato ed ha quattro figli. Si è Laureato in Scienze Politiche a Cagliari, ha conseguito il dottorato di ricerca in Istituzioni e Società a Siena e si è perfezionato in Media, storia e cittadinanza all'Università di Milano. Ha pubblicato "Camillo Berneri e i Totalitarismi" -Reggio Calabria, 2006- e "Siena: Immagine e realtà nel secondo dopoguerra" -Siena, 2010-. Ha scritto articoli su riviste nazionali sui temi della comunicazione pubblica e istituzionale, sulla storia della comunicazione e sullo sviluppo locale. "Come una pianta di cappero" è il suo primo romanzo.


La Storia

Edda ha una madre distratta da tanti figli e dall’alcool ed un padre troppo assente per motivi di lavoro. La bambina cresce ostinata e fragile, in mezzo alle molteplici stravaganze dei suoi fratelli. Il sogno è l’unica dimensione in cui può vivere. Edda, infatti, vorrebbe godersi la libertà fuori dalle quattro mura domestiche, dalla sua città e da se stessa. Alcuni viaggi verso l’emancipazione, a volte obbligati, la portano per lunghi periodi ad allontanarsi dalla Sardegna ed a vivere in Continente. A Palermo fa la giostraia ed è ospite di una famiglia di zingari. A Roma è acrobata in un circo e scopre l’amore. Mentre la vita incombe, si definiscono in lei i segni di una debolezza emotiva profonda, aggravata dai molti ostacoli che incontra, dagli amori infelici e dai fallimenti che subisce. Conosce Onofrio, l’uomo che diventerà suo marito, e grazie a lui sembra pacificarsi con la parte tormentata della sua anima. Ma che cosa accade quando il viaggio non può più essere un rifugio? Quando la stabilità sfugge ed è minata da rapporti umani tormentati, dall’improvvisa malattia di un padre adorato e dalla tragica morte del fratello più caro?

La presentazione, dopo i saluti di rito della Presidente ACSIT Fiorella Maisto, sarà introdotta e moderata dalla scrittrice Chiara Novelli che intervisterà e leggerà alcuni brani del testo insieme all'autore Massimo Granchi.


Fonte: ACSIT - Associazione Culturale Sardi in Toscana





Leggi per intero >
Clicca sui numeri per scorrere le news
1 - 2 - 3
Offerte Sardinia In scopri la sardegna in vacanza
Cerca negli articoli

ULTIME NEWS PER CATEGORIA
News e curiosità
IL TERRITORIO GALLURESEParticolarità del nord-est della Sardegna
UN ARBRESH MOLTO AMICO DEI SARDI
ETIMOLOGIA DEL NOME DELLASINARA
SARDEGNA E TIRRENIA La suggestione storico-linguistica allinterno della questione etrusca.
LA VICENDA DELLE CARTE DI ARBOREAUnappassionante caso dellottocento sardo.
Sport e natura
TREKKING NEL CUORE DELLA SARDEGNASei giorni immersi nella natura del Supramonte
YOGA AL TRAMONTO SULLA GRANDE GIARAUna giornata di cultura e rilassamento
ESTRAZIONE DELLE ESSENZE: ACQUA AROMATICA DI INULA
SCUOLA DI VELA SECONDO IL METODO VELAMARE
AUTUNNO ED INVERNO IN SARDEGNA
Luoghi religiosi e musei
IL SANTUARIO DI NOSTRA SIGNORA DI GONARE
Chiesa di SantElia
Il museo del bisso
Il museo del vino a Berchidda
La via dei Santuari
Enogastonomia
I LABORATORI KOENDILa cucina le ricette ed i racconti.
BIRRE ARTIGIANALI DELLA SARDEGNAPresentata la guida sabato 26 Novembre
LA GALLURA DAI VINI DOROIl 7 Giugno a San Quirico dOrcia
TASTE OF EXCELLENCE ACCENDE LA MARINA DI PORTO CERVOContinuano le degustazioni gratuite e le cene stellate nel cuore della Costa Smeralda
CULINGIONIS DE MENDULA
Circoli Fasi
QUARTA EDIZIONE DI VISIONI SARDEIl bando di concorso per corti e documentari sardi.
L’ARTE DI BONARIA MANCA DAI NURAGHE ALLA TERRA ETRUSCA Il 21 e il 22 Maggio a Tuscania.
LA CAMPAGNA DI CROWFUNDING PER SALVARE LISOLA DI BUDELLISu Nuraghe incontra Max Zegna
EL VAGN E PER ANNA VINCONO I PRIMI PREMI DEL CONCORSO VISIONI SARDE
SVELATI I FINALISTI DI VISIONI SARDESono nove e saranno distribuiti nel Continente a cura della FASI
Spiagge
CALA DOMESTICAUna delle cale più belle e selvagge della Sardegna.
SPIAGGIA DI MANGIABARCHE
IS PRANEDDAS
SPIAGGIA DI TUEREDDA
SPIAGGIA DI CALA BANANA
Eventi e feste
L’ARTE NERA. IMPRIMATUR ET REPRIMATURDal 7 ottobre al 19 novembre 2017 al Museo Naturalistico del Territorio G. Pusceddu
SAGRA DELLE MANDORLEA Baressa Sabato 9 / Domenica 10 Settembre 2017
PRIMAVERA NEL MARGHINE A BORTIGALIDue giornate ricche di tradizioni cultura delizie gastronomiche e... primati!
A TUSCANIA CON BONARIA MANCA
CAGLIARI SUONARassegna di musica da cameradal 27 al 30 dicembre 2015
Arte e artigianato
MIGRANTES PER LEUROPADopo il grande successo a Cagliari la mostra itinerante toccherà altri comuni della Sardegna
GIOIELLI DI PANE E OROLa creatività di Francesca Bellu
100 ANNI NEL SEGNO DI GALEPA Casale di Pari si ricorda la figura di Galep celebre fumettista di origini sarde.
LASSA SAS BRULLAS DI LORENZO VACCA Il 5 Agosto a Lodine
MAGIA E POESIA DEL VINOConcorso di pittura estemporanea
Mangiare
RISTORANTE LOUNGE BAR AND DELIUn mix di eccellenze targate Sardegna per l’Aqua Lounge
SA MANDRA AGRITURISMO
Ristorante trattoria Balcana
Seadas e ravioli sardi di patate formaggio e menta in Indonesia
Il ristorantino di Bosa VerdeFiume
Dormire
OLIVASTRI E LENTISCHI MILLENARIPer una vacanza in pieno relax sul lago di Liscia.
IL MIGLIOR RESORT MEDITERRANEO 2014Chia Laguna Hotel premiato al World Travel Awards
HOTEL RIVIERA
LA NOSTRA TERRASardigna
Settimana del Baratto 18-24 Novembre 2013. Ecco tutti i B&B aderenti in Sardegna
Archeologia
NURACHI o NURAXINIEDDUVarie tipologie nuragiche.
IDEE INNOVATIVE PER VIAGGI DI ISTRUZIONE E GITE SCOLASTICHELaboratori didattici per le scuole e per le famiglie
BENTORNATI A CASANurnet  e il gruppo Archeologia della Sardegna acquistano quattro bronzetti alla vergognosa asta di Londra.
A MONTE PRAMA UN ALTRO GIGANTEStraordinario: stavolta è intero
GIGANTI DI PRAMA TRA TOMBAROLI E NUOVE STATUE
Storie e leggende
PERCHE I SARDI BEVONO COSI TANTA BIRRA?
SU TIRAZZU
Sas dies imprestadas ed i giorni della merla
La breve emigrazione della mia famiglia. Stralci di ricordi
Rivivere la storia
Musica e poesia
TUTTO PRONTO PER IL PREMIO ANDREA PARODI 2015Un fitto programma dall8 al 10 Ottobre a Cagliari.
AL VIA IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso italiano di World Music
FABRIZIO DE ANDR CANZONI NASCOSTE STORIE SEGRETE.Il libro di Walter Pistarini
SCADE IL 31 LUGLIO IL BANDO DEL PREMIO ANDREA PARODILunico concorso Italiano di World Music
TRACCE DI TE VIAGGIO NELLA MUSICA DI FRANCESCO RENGAIl legame del cantautore alla Sardegna nel ricordo della madre.
Luoghi da vedere
UN VIAGGIO A TINNURAConosciuto come il paese dellarte
LA MINIERA DI MONTE VECCHIO
PERCHE’ VISITARE PATTADA?
LISOLA DI MAL DI VENTRE
SARDEGNA IN CAMPEGGIOSegreti per un viaggio a 5 Stelle
Sub e nautica
IL CAPODOGLIO ALBINO NEL CANYON DI CAPRERA
IMMERSIONE NELLA GROTTA DI NEREO
LA NAVE DELLISOLA DEI CAVOLI
DUE FOTO DEL MARE SARDO VINCONO PREMIO INTERNAZIONALE
Il Relitto del Clan Ogilvie